Samb, porta in faccia a Sottovia Fedeli: «Mai lo vorrei in squadra»

E’ il caso Dario Sottovia a tenere banco a margine della conferenza stampa di presentazione di Giuseppe Magi. L’attaccante del Mestre aveva firmato il contratto con la Samb, poi sulla via del ritorno verso il Veneto ecco il colpo di scena.

Sottovia

«Sottovia -racconta il dg Andrea Gianni- ha discusso con la moglie che partorirà tra tre mesi e non vuole lasciare la sua città per trasferirsi a San Benedetto. Il ragazzo attraverso il suo procuratore mi ha reso partecipe della sua volontà. Allora l’ho invitato a tornare a San Benedetto e ci siamo incontrati alle 22,30 di ieri sera 13 luglio. Fino a quando non ha parlato con la moglie, Sottovia era entusiasta di vestire la maglia della Samb. Poi c’è stato il ripensamento. Ora ha un paio di giorni per convincere la moglie. Se non dovesse arrivare ci orienteremo su un profilo più forte di Sottovia. Se non vuole la Samb il problema è soltanto suo. La Samb è una società forte e non si fa prendere in giro da nessuno».
Chi invece chiude la porta della Samb in faccia a Sottovia è l’amministratore delegato Andrea Fedeli. «Dopo un voltafaccia del genere -dice- mai vorrei in squadra un calciatore del genere. E’ vero, ha firmato il contratto, con il presidente che è molto contrariato del suo comportamento. Voglio credere alla questione della moglie, ma allo stesso tempo mi auguro che Sottovia non torni indietro nella sua decisione. Alla Samb voglio solo calciatori motivati. Hai visto mai che tra due, tre giorni arrivi un calciatore più forte dell’ex Mestre».
Praticamente chiusa la pista che porta ad Ettore Marchi con il Gubbio che lo ha dichiarato incedibile. Con l’arrivo dell’airone Andrea Caracciolo a Salò ecco che per la Samb potrebbe riaprirsi la pista Andrea Ferretti. Altro profilo per l’attacco che interessa al club del Riviera delle Palme è Elio Calderini nella passata stagione alla Viterbese. Entro la metà della prossima settimana sono comunque attese delle significative novità di mercato.

B. Mar.