Il brutto risveglio di Force «La morte di Luca ci ha sconvolto»

«E’ stato un risveglio tremendo. Ieri c’era stata la prima serata curata dall’associazione di cui Luca era uno dei rappresentanti. Avevamo trascorso una bellissima serata grazie a loro, poi stamattina ci siamo svegliati con questa bruttissima notizia. Siamo sconvolti per quanto accaduto. In questo momento, a nome della comunità, voglio esprimere la massima vicinanza a tutta la famiglia Bassetti».

Luca Bassetti

A parlare, visibilmente emozionato, è il sindaco di Force Augusto Curti. Tocca a lui il compito di ricordare Luca Bassetti a poche ore di distanza dall’incidente d’auto che nella notte tra sabato e domenica, nella frazione di Montemoro, lo ha visto perire a soli 22 anni. Il ragazzo era residente nella frazione di Castel di Croce di Rotella, al confine tra i due comuni. Ma praticamente, insieme alla sorella Roberta, «era cresciuto a Force, dove aveva sempre collaborato alle iniziative del borgo. Faceva parte di diverse associazioni, tra cui l’ultima neonata “La Borgata”» precisa Curti. Proprio con tale associazione aveva organizzato l’Irish Fest tenutosi al Parco Verrucci nella serata di sabato 14 luglio, a cui aveva ovviamente partecipato.
Messaggi di cordoglio alla famiglia stanno arrivando da ogni dove, per quella che è una perdita impossibile da accettare, l’addio alla vita di un giovane nel pieno della sua maturità, un ragazzo affabile, tifoso dell’Inter e di Valentino Rossi come tanti.

Lu. Ca.