Tragedia a Campiglione: si toglie la vita in un casolare disabitato

di Giorgio Fedeli (foto Simone Corazza)

Tragedia domenica sera a Campiglione di Fermo dove un uomo di circa 80 anni si è tolto la vita impiccandosi in un casolare disabitato, a poca distanza dal cinema Multiplex. L’uomo, stando alle prime indiscrezioni trapelate dal posto, si è allontanato oggi pomeriggio, più precisamente intorno alle 16,30, dalla sua abitazione di Fermo. Il figlio, non vedendolo rientrare, e non ricevendo alcuna risposta alle sue chiamate al telefono cellulare del padre, si è messo alla sua ricerca. Ricerche in tutta la zona, ovunque. Preoccupazione crescente, col passare dei minuti, per la scomparsa dell’anziano.

Qualche ora segnata dall’ansia poi la tragica scoperta: nel corso delle sue ricerche, il figlio, ha scorto l’auto usata dal padre, una Fiat Punto, davanti a un casolare disabitato. A quel punto è sceso e ha iniziato a cercare il familiare all’interno della casa. Fino al tragico epilogo. L’uomo si era tolto la vita impiccandosi all’interno del casolare. Immediata e disperata la richiesta di aiuto da parte del figlio. Ma quando i sanitari della Croce verde di Fermo e dell’auto medica della Croce azzurra Porto San Giorgio sono arrivati sul posto, per l’anziano non c’era ormai più nulla da fare. Sul posto anche una pattuglia della polizia di Stato in una serata che getta un velo di disperazione in un intero quartiere fermano.

Il casolare all’interno del quale si è tolto la vita l’anziano