Maltempo, sottopassi chiusi e gli ormai cronici disagi dopo il violento acquazzone

Pedoni in difficoltà in via Monfalcone, stasera chiusa al traffico

Un improvviso e violento acquazzone si è abbattuto in serata sulla costa e nell’entroterra, causando disagi e piccoli allagamenti. In mezz’ora, dopo le 22,30, raffiche di vento e pioggia torrenziale hanno portato, a San Benedetto, alla chiusura dei soliti sottopassi di via Monfalcone e via Virgilio che sono stati chiusi per sicurezza. Numerose le strade del centro e a ridosso del lungomare che, a causa dell’acqua che non defluisce, sono diventate off limits per i pedoni e alcune anche per le auto. La Polizia municipale ha subito iniziato l’opera di monitoraggio delle zone della città maggiormente a rischio. Con il passare delle ore le condizioni sono lentamente migliorate. In mattinata, nonostante il sole, restano ancora diverse pozzanghere a testimonianza dell’abbondante pioggia della sera prima e di come a San Benedetto – storicamente – basta anche una pioggia di dieci minuti per far scattare l’emergenza.

Nelle due foto (sopra e sotto) costa resta questa mattina della bomba d’acqua di ieri sera: pozzanghere ovunque e oleandri “spogliati” in viale Secondo Moretti