Scuole, dopo i certificati antincendio si attendono i miglioramenti anti sismici

Il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Ascoli ha appena inviate la certificazione di prevenzione incendio per l’Ipsia “Guastaferro” di San Benedetto.

L’Ipsia di San Benedetto

Ovvero l’ultima scuola a cui mancava questa attestazione dopo che, l’anno scorso, la documentazione era stata ottenuta dalla Provincia per l’Istituto tecnico commerciale e geometri “Umberto I” del capoluogo. In entrambi i plessi sono stati effettuati lavori di adeguamento delle uscite di sicurezza, posizionate nuove porte tagliafuoco, sistemati locali e laboratori. In tutto la Provincia ha speso circa 300.000 euro.

«La Provincia di Ascoli al momento risulta tra le più virtuose d’Italia – dice il suo presidente Paolo D’Erasmo – e ora la sfida è potenziare la sicurezza degli edifici scolastici. Già mercoledì inizieranno i lavori per il miglioramento sismico all’Istituto alberghiero Buscemi di San Benedetto, con risorse Miur per 420.000 euro, mentre a settembre verranno avviati i lavori per il Liceo classico Stabili di Ascoli con un investimento di altri 900.000 euro sempre con fondi Miur». Soddisfatta, e non potrebbe essere altrimenti, Marina Marziale la dirigente scolastica del “Guastaferro”.