“Stelo delle forcelle” irregolari sulla moto, doccia gelata per Kevin Sabatucci

Doccia gelata per il pilota ascolano Kevin Sabatucci, giovane promessa del motociclismo impegnato nel Campionato italiano velocità (classe Supersport 300) dove in tre gare ha ottenuto altrettanti podi (sempre terzo). Il giudice sportivo nazionale infatti lo ha escluso dalla gara svoltasi il 24 giugno scorso all’autodromo Enzo Ferrari di Imola e conclusasi con la conquista del terzo posto.

Kevin Sabatucci

Che cosa è successo? In base ad un reclamo presentato dall’altro pilota Kevin Arduini (piazzatosi 5° e battuto in volata dall’ascolano, ndr), infatti, i giudici hanno riscontrato la “non conformità degli steli delle forcelle” del motociclo di Sabatucci “in quanto soggetti ad una lavorazione per asportazione di materiale non consentita dal RTSS3 (Regolamento, ndr). In particolare, “detti accertamenti sono stati condotti attraverso un confronto tra gli steli delle forcelle montate sia sul motociclo del Sabatucci, che su quello del reclamante, Arduini, entrambi confrontati con un esemplare “master”, ossia uno stelo forcella originale equipaggiante i motocicli Yamaha YZF R3”. In base a questo confronto, è emerso che “lo stelo della forcella montato sul motociclo del Sabatucci in occasione della gara citata, nella parte finale interna, non presentava, infatti, né lo smorzatore di fine corsa, né, tantomeno, la porzione di stelo pressata a deformazione al fine di mantenere lo smorzatore in sede”. Inoltre “è stata riscontrata una differenza di lunghezza degli steli del motociclo del Sabatucci rispetto allo stelo “master””. In base all’esclusione dalla gara di Imola, Sabatucci scende a 84 punti in classifica, in quarta posizione, dietro a Brianti (100), Luna Bayen (91) e Bastianelli (89). Prima dell’esclusione era primo insieme a Brianti.