Samb, stretta finale per risolvere i casi Stanco e Miceli

di Benedetto Marinangeli

E’ sempre il caso Stanco-Miceli a tenere banco in casa Samb. Entrambi sono ritenuti indispensabili da Magi ma il problema contratto è il nodo gordiano da risolvere. Stanco, autore di sei reti ieri nel test contro il Cascia, è legato alla Samb fino al giugno 2019 così come Miceli. Le situazioni, però, sono differenti.

Francesco Stanco

L’ex Cremonese, infatti, vanta un contratto ritenuto oneroso dalla dirigenza rossoblù che vorrebbe spalmarlo anche per la prossima stagione agonistica per rientrare così nei parametri fissati. Il procuratore del calciatore ha risposto picche a questa proposta.

E quindi due sono le opzioni. Il rispetto dell’ accordo fino al 2019 o la risoluzione consensuale. Nel secondo caso, la Samb dovrà trovare un nuovo attaccante ed i nomi sono quelli di Andrea Ferretti della Feralpi Salò e di Simone Simeri ex Juve Stabia ma di proprietà del Novara.

Per quanto riguarda, invece, Mirco Miceli anche lui col contratto in scadenza nel 2019, il suo procuratore Giovanni Tateo, in virtù di una richiesta da un club di B ne ha chiesto il rinnovo ad una cifra più elevata rispetto a quella percepita. E da quest’orecchio Franco Fedeli non ci sente. Ed ecco che anche in questo caso si potrebbe andare alla rottura. E conseguentemente torna in auge la candidatura di Paolo Rozzio svincolatosi dalla Reggiana. I prossimi giorni saranno quelli decisivi.

Mirko Miceli

L’intenzione della società, comunque, sembrerebbe quella di chiudere entrambe le questioni in tempi strettissimi anche perché domenica prossima è in programma il match al Rvieira contro la Sanremese per la Tim Cup.

Parla Andrea Zaffagnini. Il neo difensore della Samb ha rilasciato le sue prime dichiarazioni al sito ufficiale del club del Riviera delle Palme.

Quali sono state le tue prime emozioni dovute al tuo approdo in maglia rossoblù?

«Una cosa bellissima io ho giocato alcune volte allo stadio di San Benedetto e mi fa venire i brividi perchè oltre ad essere uno stadio di bellezza assoluta è anche uno degli stadi più caldi del girone».

L’ Albinoleffe non ha lo stesso seguito della Sambenedettese. Questo ti può dare nuovi stimoli o preoccupazione il fatto di essere sotto pressione?

«Io amo le piazze calde ho giocato molto al sud. A Bergamo i primi tempi ho fatto fatica ad ambientarmi perchè gli spettatori erano pochi e giocavamo all’ “Atleti azzurri d’Italia” ed era quasi come essere soli. Quando venivo a giocare a San Benedetto da avversario volevo tantissimo poter giocare davanti a quel pubblico e adesso ci sono riuscirò. Per me è sogno che si avvera».

Che rapporto ha con mister Magi ed il suo staff?

«Si lavora molto bene con loro sono persone preparate. Si lavora molto bene con tutti anche con il gruppo. Mi hanno fatto sentire subito parte integrante di questo gruppo».

Qual è il suo obiettivo per la stagione che sta per iniziare?

«Dare tutto per questa maglia. Amo le piazze calde e amo il tifo dei tifosi. Non voglio aver rimpianti dopo e quindi voglio fare il meglio possibile a San Benedetto. Non vedo l’ora di debuttare al Riviera».

Abbonamenti. La Samb comunica che a seguito di problemi informatici legati alla piattaforma VivaTicket del gruppo BestUnion (che ha acquisito il servizio di Ticketing precedentemente fornito da Bookingshow), l’inizio della campagna abbonamenti per i possessori della SupporterCard in formato PVC in programma per la giornata di oggi slitterá di qualche giorno. A breve sarà comunicata la nuova data.