La Sanità regionale in mano a quattro “direttori balneari”

Il direttore generale di Area Vasta 5, Giulietta Capocasa

di Epifanio Pierantozzi
C’erano, una volta, i “governi balneari”, ora siamo ai “Direttori di Area Vasta balneari”. Parliamo di Asl – ovvero l’aspetto più rilevante della funzione amministrativa di una Regione, nel caso le Marche – poiché, venerdì scorso sul sito dell’Asur Marche è apparsa la Determina del Direttore Generale, Alessandro Marini, nella quale c’è scritto che i direttori di Area Vasta Maurizio Bevilacqua (Fabriano), Alessandro Maccioni (Macerata), Licio Livino (Fermo) e la “nostra” Giulietta Capocasa hanno avuto la proroga del loro incarico.
Sospiro di sollievo dei quattro, se non fosse che nel punto 1. della Determina 441/2018 è subito specificato come: “…al fine di garantire la continuità delle fuozioni gestionali in ambito Area Vasta, ad oggi non altrimenti assicurabili, sono prorogati ex lege… per NON più di 45 giorni decorrenti dalla data del 30 luglio (oggi, ndr) di scadenza del relativo incarico e pertanto sino alla data del 14/09/2018….”.
Insomma: direttori balneari!

Luca Ceriscioli, governatore della Regione Marche

Annotiamo come il quinto direttore Area Vasta, Giovanni Fiorenzuolo (Fano), va in pensione da mercoledì 1° agosto, e le sue funzioni saranno svolte dallo stesso Marini. 

Insomma: la politica regionale ha accontentato le richieste dei 4 direttori, ma per un mese e mezzo.
Questo perché, con DGRM (Decreto Giunta Regione Marche) n. 835 del 25 giugno scorso, la politica marchigiana ha deliberato di portare in Consiglio la proposta di Legge concernente “Disposizioni urgenti di modifica delle L.R. n. 26 del 17/07/96 (riordino del servizio sanitario regionale), e n. 13 del 20/06/03 (riorganizzazione del servizio sanitario regionale)”.
“La proposta… riguarda la figura del Direttore di Area Vasta e ne modifica sia i requisiti che i criteri di individuazione e nomina”.
Tradotto: in Regione stanno cambiando le “regole di ingaggio” per i direttori Asl e per questo – sempre se la Delibera di Giunta verrà approvata in tempo dal Consiglio – si avrà 4 “direttori balneari”, per poi fare le nuove nomine con i criteri che verranno approvati in Consiglio.
Questo non vuol dire che i quattro direttori attuali non potranno essere confermati per altri 3 anni, ma che le nuove Regole rimetteranno in gioco tanti altri nomi.
Intanto i quattro passeranno l’estate al lavoro, magari aggiornando il CV in base ai nuovi criteri di scelta. Poi… quel che serà serà.