Ultimi giri di pista per cavalli e cavalieri e prove generali per i figuranti

Il sindaco-Magnifico Messere Guido Castelli pochi istanti prima di annunciare il Sestiere vincitore della Quintana di luglio. Alla sua sinistra, tra le magistrature, l’assessore Massimiliano Brugni e il consigliere comunale Maria Luisa Volponi (Foto Vagnoni)

di Andrea Ferretti

Ultime prove del 2018 per cavalli e cavalieri al Campo dei Giochi in vista della Quintana di domenica 5 agosto. Con sessioni da 25 minuti l’una (10 minuti per i cavalieri di riserva che ce l’hanno però solo quattro Sestieri su sei, e cioè Porta Romana e Piazzarola), i protagonisti della Giostra in onore di Sant’Emidio, dopo averlo fatto ieri pomeriggio, anche oggi hanno assaggiato sabbia e Moro. In pista sono scesi il vincitore di luglio Massimo Gubbini (Porta Tufilla), Luca Innocenzi (Porta Solestà) che medita la rivincita, Fabio Picchioni (Porta Romana) che dovrebbe avere a disposizione il cavallo cui fu costretto a rinunciare alla vigilia della notturna per un problema muscolare dell’animale poi ristabilitosi, Mattia Zannori (Porta Maggiore) e Nicholas Lionetti (Porta Maggiore) che possono solo far meglio dell’ultima volta, l’esordiente Riccardo Raponi che – unica novità rispetto a tre settimane fa – a Sant’Emidio succede a Enrico Giusti.

Le prove dei figuranti relative alla Quintana di luglio

Martedì 1 agosto, alle ore 21, grande adunata al Campo dei Giochi. Ma stavolta niente cavalli e cavalieri: spazio invece a tutti i figuranti per le prove generali che si svolgono sotto lo sguardo vigile del coreografo Mirko Isopi con il quale collaborano come al solito i maestri di corteo, di bandiera e dei musici e tutti i coordinatori di corteo dei Sestieri e del Gruppo Comunale. L’ingresso al Campo dei Giochi avverrà, come da prassi, secondo l’ordine d’arrivo della Quintana precedente. I Sestieri, dietro al Gruppo comunale e agli undici Castelli, sfileranno così: Porta Tufilla, Porta Solestà, Sant’Emidio, Porta Romana, Porta Maggiore, Piazzarola.