Intanto arrivano 8 milioni per il Madonna del Soccorso ed altri 4 per il Mazzoni

L’ospedale Madonna del Soccorso

In attesa dell’ospedale unico del Piceno, non si fermano gli investimenti sui plessi esistenti che saranno poi destinati ad altri servizi sempre sanitari (ambulatori, hospice, pronto soccorso). In particolare quasi 8 milioni di euro ( 7milioni 860.371, 76, per la precisione) in arrivo per il Madonna del Soccorso. L’ annuncio è stato dato dal consigliere regionale del Pd Fabio Urbinati. La cifra, proveniente dai fondi europei  Fesr Marche Por 2014-2020 , è stata stanziata dalla Regione ed è destinata a interventi di efficientamento energetico della struttura, con la realizzazione di nuovi impianti di riscaldamento e condizionamento. Tra le varie cose, verranno sostituiti gli infissi, i generatori di calore con altri a condensazione, l’impianto di distribuzione e di regolazione e il rifacimento completo della centrale termica e della sotto

Fabio Urbinati (Foto Vagnoni)

centrale idrica . Inoltre si installerà il fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. I lavori, già appaltati, inizieranno il prossimo ottobre e termineranno nell’autunno del 2019. Ad essere interessato sarà anche l’esterno dell’ospedale, che verrà ritinteggiato e cambierà colore, passando al verde. Altri 4 milioni circa di euro sono invece previsti per il Mazzoni di Ascoli. Anche nel nosocomio del capoluogo si provvederà all’efficientamento energetico dell’immobile.

B.Mar.