Ascoli: esordio shock, la Viterbese ne fa quattro (Tutte le foto)

 

Lo spettacolo della curva sud prima del fischio d’inizio (Fotoservizio Edo Fanini)

Esordio shock al Del Duca per il Picchio: la Viterbese dei “ragazzini terribili” Ngissah-Zerbin-Vandeputte ne fa quattro al nuovo Ascoli Calcio targato Vivarini. Troppo brutto per essere vero con una difesa imbarazzante e con le gambe ancora appesantite dalla preparazione iniziata comunque in ritardo per il noto cambio societario. Toccherà quindi alla Viterbese affrontare domenica prossima a Marassi la Sampdoria dell’ex Marco Giampaolo. La gara inizia in salita per i bianconeri.

Il nuovo acquisto Cavion

La Viterbese si affaccia subito davanti con Vandeputte (7′), ma il suo tiro finisce a lato. Il Picchio si fa vedere con Beretta ma la conclusione è senza troppo pretese. La gara inizia ad incattivirsi con una serie di brutti falli a centrocampo. Al 15′ si vede Kupisz con una bella giocata personale. Inizia però a farsi sentire sempre di più il predominio ospite. La prima avvisaglia arriva al 26′ con il solito Ngissah che si invola verso Lanni, ma è bravo Padella a recuperare in extremis. Al 31′ Vandeputte da solo in area colpisce di testa mandando fuori alla destra di Lanni. I difensori dell’Ascoli non sembrano più arginare i “ragazzini” terribili della Viterbese e infatti il gol arriva pochi minuti dopo. Al 34′ Zerbin supera Mengoni e pesca Ngissah in area di rigore che dopo essersi liberato di Padella insacca alla sinistra di Lanni. Il Picchio è troppo imballato e subisce il raddoppio cinque minuti questa volta con Zerbin imbeccato da Ngissah. Al 42′ Vandeputte ha sui piedi il colpo del ko, ma il suo tiro è troppo debole e Lanni blocca senza problemi.
Nella ripresa Vivarini inserisce Baldini per Addae. E’ proprio il nuovo entrato al 12′ ad impensierire Forte con una conclusione da fuori area. L’Ascoli si risveglia schiacciando gli ospiti nella propria metà campo. Al 20′ Forte salva su una conclusione ravvicinata di Ganz ben servito da Kupisz. Al 22′ Ngissah si beve mezza difesa, ma Valagussa cicca clamorosamente il pallone solo davanti a Lanni. Vivarini prova anche la carta Tassi per cercare di perforare la difesa ospite passata a 5 uomini. Al 23′ Buzzegoli ci prova da fuori ma Forte blocca agevolmente. La gara si chidue di fatto al 27′ con Vandeputte che di piatto destro sigla il terzo gol dopo aver fallito in precedenza una ghiotta occasione. C’è tempo anche per il quarto gol sempre di Vandeputte. Per l’Ascoli è notte fonda, la Viterbese esce tra gli applausi della curva sud.

rp

IL TABELLINO

ASCOLI (3-5-2): Lanni; Mengoni 6, Brosco, Padella; Kupisz, Addae (1′ st Beretta), Buzzegoli (32′ st Parlati), Cavion, Mignanelli; Beretta, Ganz (21′ st Tassi). In panchina D’Egidio, Diop, De Santis, Martinho, Baldini, Quaranta, Parlati, Ventola, Valeu, Castellano. All. Vivarini

Vivarini

VITERBESE (4-3-1-2): Forte; De Giorgi, Atanasov, Rinaldi, De Vito (39′ st Perri); Palermo, Damiani, Cenciarelli (11′ st Valagussa); Vandeputte; Ngissah, Zerbin (19′ st Messina).
In panchina: Micheli, Marianelli, Milillo, Otranto, Sini, Roberti, Svidercoschi. All. Lopez
Arbitro Massimi di Termoli
RETI 34′ pt Nigissah, 39′ pt Zerbin, 26′ e 40 st Vandeputte

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in pessime condizioni. Spettatori 4.294 per un incasso di 21.535 euro. Angoli 4-3. Ammoniti Zerbin, Mengoni, Recupero 2′.