Calendari l’8 settembre, “via” il 15 L’assemblea di Lega Pro ha deciso: confermata la suddivisione dei gironi

di Benedetto Marinangeli

Non c’è pace per la Serie C. Il sorteggio del calendario è stato rimandato all’8 settembre alle ore 18 e l’inizio del campionato è slittato al 16. È quanto deciso dal Direttivo e approvato all’unanimità dall’assemblea di Lega Pro di Roma. La volontà è quella di attendere l’esito della discussione dei ricorsi dei club che ambiscono al ripescaggio in Serie B al Collegio di garanzia dello sport, del 7 settembre. Presenti all’assemblea anche il numero uno della Lega dilettanti, Cosimo Sibilia, quello dell’Aia, Marcello Nicchi. Atteso anche il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi. Per la Samb c’erano il presidente Franco Fedeli ed il segretario generale Giancarlo Palma.

Il patron rossoblù Franco Fedeli (Foto Cicchini)

“L’Assemblea di oggi – analizza il presidente della Lega di C, Gabriele Gravina – nasce come un confronto aperto con voi presidenti e per una condivisione di temi che riguardano il calcio e le criticità che il nostro mondo sta vivendo. Senza certezze, non siamo in grado di partire con il campionato. Vanno tutelati i nostri club. Siamo per le regole e il rispetto delle stesse. Ad oggi, è impossibile partire e non c’ è’ consentito nè’ fare i gironi nè i calendari. Impediremo la creazione del disegno di caos. Siamo quelli che si guardano negli occhi e si confrontano anche con le altre componenti”.

Gravina si proietta al futuro. “Da oggi – aggiunge – ci rimettiamo in cammino ed opereremo per la tutela dei diritti dei nostri club. Quello attuale non è il calcio che auguriamo a milioni di tifosi e a voi presidenti per ciò che avete investito in termini personali ed economici – ha concluso Gravina – lavoriamo assieme per un calcio di condivisione e di confronto anche con le componenti per il vantaggio del benessere collettivo”.

E’ stata ipotizzata anche una possibile composizione dei gironi. 20, 20, 19 senza ripescaggi. Oppure 18, 18, 20 con i ripescaggi. Confermata la suddivisione in nord-ovest, nord-est (comprendente la Samb e le altre marchigiane) e centro-sud, con le squadre laziali che molto probabilmente saranno inserite nel raggruppamento meridionale. Nell’assemblea di Lega si è discusso anche del numero dei team che potrebbero comporre i tre gruppi. Saranno due gironi da 20 e uno da 19 in caso di mancati ripescaggi, altrimenti si scenderà a due da 18 e uno da 20. Girone A e B potrebbero essere uniformati numericamente, con il Girone C pronto ad accogliere un numero dispari di club nel primo caso o il maggior numero di team nel secondo.

Senza ripescaggi potrebbero esserci sette promozioni in serie B, due per girone più una dai playoff. E il mercato, intanto, potrebbe chiudere il 31 agosto. Sono le richieste del presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, alla Figc. “Mercato? Ho chiesto proroga per farlo durare fino al 31 agosto – queste le parole di Gabriele Gravina – ho fatto anche una richiesta che è anche una provocazione alla Federazione e cioè portare a sette le promozioni in Serie B in caso di mancati ripescaggi. Sono però sicuro che la mia richiesta cadrà nel vuoto perché il collegio di garanzia il prossimo sette settembre riporterà la B a 22 squadre”.

Ed in questo bailamme, la Samb continua ad allenarsi. Classica doppia seduta del mercoledì con i rossoblù che domani disputeranno un altro test al “Ciarrocchi” di Porto d’Ascoli, dove affronteranno il Montegiorgio. Definita anche un’altra amichevole. Saltata quella col Rimini, domenica 26 agosto, al “Sabatino D’Angelo” in zona Agraria alle 17, Rapisarda e compagni se la vedranno con il Francavilla formazione ambiziosa di Serie D.