Per la nuova Samb bagno di folla alla Palazzina Azzurra

La squadra rossoblù alla presentazione ufficiale (foto di Alberto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli 

Bagno di folla per la nuova Samb alla Palazzina Azzurra. Un gran numero di tifosi ha applaudito la nuova squadra, il presidente Franco Fedeli ed il tecnico Beppe Magi, nel vernissage curato da Radio Azzurra e presentato da Sandro Benigni e Luca Sestili. Applausi per tutti e cori di incitamento per i rossoblù. Eloquente lo striscione esposto dalla Curva Nord Massimo Cioffi: “Indossate la nostra vita, onoratela con sangue  fatica”.

Lo staff tecnico

«Faremo di tutto -dice il capitano Francesco Rapisarda– per dare le giuste soddisfazioni ai nostri tifosi. L’obiettivo è quello di iniziare bene e finire meglio. Per me essere capitano della Samb è un’emozione fortissima ed a prescindere dalla fascia non lesinerò impegno per la causa rossoblù». Prime parole da rossoblù per Francesco Signori. «Ho scelto questa società proprio per l’entusiasmo che si vive in città. Una piazza stupenda che ti stimola sempre a dare il massimo. Ho già avuto un’ottima impressione del gruppo e dello staff tecnico. Metto a loro disposizione la mia esperienza con l’obiettivo di raggiungere il miglior risultato possibile».
L’applausometro è salito di tono alla presentazione di Andrea Russotto, l’uomo capace di fare compiere alla Samb il salto di qualità in attacco. «Spero -afferma- di ripagare la fiducia della società e di togliermi delle belle soddisfazioni con questa maglia. Ho trovato un gruppo di bravi ragazzi ed un ottimo staff tecnico. Non vedo l’ora che inizi il campionato e sicuramente questo slittamento è abbastanza fastidioso perché scompagina i piani per quanto riguarda la preparazione atletica. Sono veramente contento di essere a San Benedetto  e con  i miei compagni vogliamo regalare delle belle emozioni a questa città».

Il sindaco Piunti al centro. Alla sua sinistra, il patron Fedeli

Poi, sollecitato dai presentatori prende la parola il tecnico Beppe Magi. «Ho a disposizione -afferma- dei ragazzi fantastici che vengono aiutati in tutto dallo staff tecnico. Sono fiducioso del fatto che partiremo subito bene. Già è difficile iniziare bene quando c’è la data certa del via al campionato figuriamoci oggi dopo questo lungo posticipo. Bisogna restare sereni ed affrontare questa problematica con tranquillità. C’è tanto entusiasmo importante verso la Samb, un nostro punto di forza da usare bene nei momenti difficili. Dobbiamo calarci nella realtà della città e trasmettere in campo le nostre emozioni con un atteggiamento aggressivo. Ci saranno dei periodi in cui le cose non gireranno per il verso giusto ma se ci sarà sempre questo entusiasmo, potremo fare tanta strada. Però bisogna meritarsi l’affetto del pubblico. Per noi sarà una sfida affascinante. I gironi? La Samb può fare bene in tutti e tre».
La palla, poi, passa al patron Franco Fedeli che fissa l’obiettivo stagionale. «Questo è il mio quarto anno  San Benedetto. Nel primo abbiamo vinto il campionato, nel secondo siamo arrivati settimi ed usciti ai play off contro il Lecce. La scorsa stagione ecco il terzo posto e i quarti di finale persi con il Cosenza. In tutti gli anni siamo andati sempre progredendo e se tutto gira per il verso giusto nel prossimo campionato faremo ancora meglio. I giocatori li abbiamo scelti bene ma sarà il campo, come al solito, ad essere il giudice unico ed insindacabile».
La chiusura del vernissage è affidata al sindaco Pasqualino Piunti. «La Samb sta a San Benedetto come la terra all’ albero. La famiglia Fedeli in questi quattro anni ha dimostrato serietà, capacità e voglia di fare. La caparbietà propria del sambenedettese si sposa perfettamente con le intenzioni della proprietà. Se tutti remeremo dalla stessa parte la Samb ci darà delle grosse soddisfazione. Come hanno cantato i nostri tifosi, la luna t’accompagni, questo cuore sta con te».

I tifosi intervenuti alla Palazzina Azzurra