La Samb scopre le sue carte, con il Rimini test di rilievo per l’undici titolare

di Benedetto Marinangeli

Sarà vera Samb quella che i tifosi osserveranno da vicino nell’ amichevole con il Rimini di domani sera (fischio d’inizio 20,30). Contro i pari categoria ed avversari in campionato. Magi metterà da parte gli esperimenti per proporre l’undici che con ogni probabilità, il 16 settembre farà il suo esordio in campionato. L’occasione, quindi, per i supporters rivieraschi di valutare de visu la nuova squadra. Una gara importante  anche per quanto riguarda l’entusiasmo che finora questa Samb non ha riscosso. E la conferma è nei circa 400 abbonamenti finora sottoscritti. Numero che ha fatto storcere la bocca al patron Franco Fedeli.

Su questa campagna abbonamenti, finora, hanno influito parecchi aspetti. Il primo è senza dubbio di comunicazione, e cioè di come la società si propone ai suoi tifosi. Silenzio stampa immotivato, dichiarazioni poco esaltanti, anzi deprimenti in certi casi, soprattutto dopo la sconfitta con il Cosenza che aveva richiamato al “Riviera” più di 11.000 spettatori. Era da quei numeri che bisognava ripartire mantenendo caldo, nonostante l’eliminazione, il fuoco della passione. E invece ecco: “La Serie C è un bagno di sangue”, “Non so se continuare”, “Faremo una squadra di giovani”. Tutte dichiarazioni che hanno contribuito a spegnere l’entusiasmo ritrovato.

E poi tutto il caos che ancora si sta vivendo in Serie C. Al 1 settembre, ancora il campionato non è iniziato, anzi non si conoscono neppure i gironi. Si attende innanzitutto venerdì prossimo la sentenza dell’Alta Corte di Giustizia del Coni sui ricorsi presentati dalle formazioni che chiedevano la riammissione in B e poi il giorno seguente ecco finalmente gironi e calendario. Non conoscendo date e orari, la tifoseria attende prima di abbonarsi. Sottoscrivere la tessera è una forma di fiducia nei confronti nei confronti della società ma anche una forma di risparmio se si considera numero di incontri e costo del biglietto. A San Benedetto, poi, si punta sempre alla sottoscrizione last minute e sicuramente in queste ultime due settimane ci sarà il classico salto di qualità.

Ma un’ altra cosa è evidente. Se si vanno a confrontare l’organico di oggi con quello della passata stagione, il salto qualitativo in positivo è enorme. Signori, Ilari, Russotto, Zaffagnini, Cecchini e Calderini, tanto per fare dei nomi, rappresentano un surplus importante per la categoria. Lo scorso anno arrivarono Conson (retrocesso con il Forlì), Esposito dalla D, Miracoli che nonostante le critiche ricevuto ha realizzato 13 reti meritandosi un biennale a Brescia in B. Senza dimenticare gli altri acquisti estivi (Gelonese, Miceli e Bove in testa) accolti con una certa diffidenza, ma poi rivelatisi piacevoli conferme. E poi a gennaio ecco gli innesti di Stanco, Marchi e Bellomo. Oggi si parte già con uno zoccolo duro di buona qualità.

Una Samb, quindi, tecnicamente superiore a quella dello scorso anno, ma che conferma l’equivoco tattico delle ultime stagioni: la mancanza di una punta centrale di spessore. Ma questo potrebbe essere l’anno di Francesco Stanco. Il centravanti rossoblù, arrivò a gennaio senza avere alle spalle una adeguata preparazione fisica e dopo un grave e lungo infortunio. Nonostante tutto si è fatto apprezzare per impegno e spirito di sacrificio, mettendo a segno anche tre reti. Oggi la situazione è diametralmente opposta con Stanco al top della condizione fisica. Certo non è un grande finalizzatore, ma la sua esperienza sarà fondamentale per mister Magi. Insomma, ci sono tutte le prerogative tecniche per un’altra stagione da protagonisti, ma poi sarà il campo ad essere l’unico e insindacabile giudice. Domani contro il Rimini si potrà già vedere di che pasta è fatta la Samb 2018-2019.

BIGLIETTI – Il botteghino di curva nord sarà aperto domani dalle ore 10 fino al termine del primo tempo. Prezzi biglietti: curva nord Cioffi 5 euro, curva sud ospiti 5 euro, tribuna laterale nord Manfrin 10 euro (intero) e 2 euro (under 12), tribuna centrale Bergamasco 15 euro (intero) e 2 euro (under 12). Chiusa la tribuna est mare.