Pescara del Tronto, via libera alla rimozione delle macerie private

Smaltimento delle macerie a Pescara del Tronto (foto Vagnoni)

Via libera alla rimozione delle macerie private da Pescara del Tronto, la frazione di Arquata completamente distrutta dallo sciame sismico iniziato il 24 agosto 2016. Il Comune, infatti, ha pubblicato l’ordinanza numero 298 per sbloccare la rimozione delle macerie dopo che quelle pubbliche sono state già portate vie. L’operazione, che dovrebbe durare 60 giorni, sarà gestita dalla Regione Marche attraverso i militari del Genio Militare e la Picenambiente. Dopo una prima fase di smistamento e selezione nel sito di Arquata nei pressi del deposito vicino all’Unimer saranno poi stoccate nel sito di Monteprandone. «Incominciamo a fare sul serio anche sulla rimozione delle macerie private nel nostro territorio», commenta il vice sindaco Michele Franchi.