Samb, 1-1 col San Nicolò e poi l’attesa: «Un rinvio snervante»

di Benedetto Marinangeli

«Un rinvio snervante». Così viene definito in casa Samb l’ennesimo slittamento dell’ inizio del campionato di Serie C a seguito degli ultimi avvenimenti e delle decisioni che verranno prese dall’ Alta Corte di Giustizia del Coni tra lunedì e martedì prossimi. Secondo alcune indiscrezioni provenienti da Roma, il torneo edizione 2018-2019 potrebbe lo stesso prendere il via domenica 16 settembre o al massimo entro martedì 18. In tal senso è attesa una comunicazione ufficiale da parte della Lega di serie C.

Il d.g. Andrea Gianni

«Sono quasi due mesi di preparazione – dice il diggi Andrea Gianni – e c’è tanta voglia di giocare. Da questa situazione usciamo tutti penalizzati. Il calo degli abbonamenti che ad oggi stiamo registrando è dovuta proprio a questa incertezza su quando il campionato inizierà e quale sarà il calendario. Tutti i club di C sono penalizzati perché ci saranno numerosi turni infrasettimanali, un tour de force incredibile per rispettare la tempistica della stagione calcistica che ci obbligherà a giocare ogni tre giorni. Così non va proprio bene».

Avvocato arrivati a questo punto è necessaria la riforma dei campionati.

«Sicuramente ma deve essere fatta con tutti i crismi e non da un Commissario Straordinario. In tutto questo bailamme l’unica che ha le idee chiare è la Lega di C, quella che ha un presidente ed un consiglio direttivo eletto regolarmente e che conta molto di più di un commissario che, pur svolgendo legittimamente il suo lavoro, si trova a scontrarsi con esigenze diverse».

La squadra come sta vivendo questo momento?

«I ragazzi sono in attesa di misurarsi con gli avversari e per questo motivo stiamo organizzando più amichevoli possibili per mettere minuti sulle gambe. I test match però hanno valenza minore rispetto alle gare di campionato. Una volta che il calendario sarà definito anche gli obiettivi di squadra saranno diversi».

La prossima settimana potrebbe essere decisiva per conoscere i prossimi avversari.

«Credo che verremo riconfermati nel girone B. Non penso che il Monza venga inserito nel nostro raggruppamento ma che la Lega confermi il taglio delle passate stagioni. Abbiamo il dubbio relativo alla Ternana che verrà sciolto all’ inizio della prossima settimana ma per il resto le squadre dovrebbero essere le stesse dello scorso anno».

Manca però, l’ ammazzacampionato stile Venezia e Padova delle passate edizioni.

«Penso, però, che ci sia. Ed è la Feralpi Salò che ha portato a termine un mercato estremamente importante. Ma occhio anche a Triestina e Vicenza che hanno allestito dei veri e propri squadroni, mentre un occhio di riguarda merita sempre il Pordenone».

Avvocato Gianni, la Samb come si inquadra in questo contesto?

«Sempre bene. Saremo lì tra le prime e daremo sempre il massimo per mettere in difficoltà gli avversari. Sarà poi il campo a stabilire le gerarchie ma la grande volontà e lo spirito di abnegazione non mancherà mai».

L’allenatore Magi

AMICHEVOLE – E’ finito 1-1 il match tra Samb e Notaresco San Nicolò tra le cui fila militano gli ex Cudini (allenatore), Salvatori, Candellori e Fiscaletti. Al vantaggio abruzzese firmato dal bomber italo-argentino Minnella al 29’pt ha replicato due minuti dopo capitan Rapisarda su assist di Calderini. E’ stata partita vera con le due squadre che si sono affrontate con il piglio e la cattiveria da campionato. Non sono, poi, mancate le scintille al fischio finale dell’ arbitro.

IL MISTER – «La formazione di oggi – ha commentato Beppe Magi – richiama per certi versi la Samb che andrà ad iniziare il campionato. E’ stato un impegno giusto e su un campo piccolo come questo dell’ Agraria era difficile trovare il ritmo, ma ci siamo riusciti. Sono contento anche dell’ adrenalina che si è creata in campo. Qualsiasi partita sia nessuno ci sta a perdere ma sempre nel rispetto delle regole. Il Notaresco San Nicolò ha disputato un grande incontro dimostrando che a dispetto della categoria si punta sempre al massimo». Dal punto di vista tecnico Magi la pensa così: «Nel primo tempo ho schierato Gelonese nel ruolo di play maker con Bove mezzala anche perchè per la prima di campionato dovrò fare a meno di Ilari che deve scontare un turno di riposo e quindi ho provato questa soluzione. E’ importante, infatti che i ragazzi siano abili in entrambi i ruoli. Signori ha disputato i novanta minuti a buon ritmo e speravo che Russotto durasse un po’di più ma una botta al polpaccio lo ha messo fuori gioco. Il prossimo obiettivo è quello diportare Stanco alla migliore condizione ed oggi ha giocato più di quanto preventivato». Sul caos che regna sull’ inizio del campionato Magi è esplicito: «Potrebbe iniziare il 16 e ci regoliamo di conseguenza. La situazione, però è pesante. Vogliamo partire per capire chi siamo veramente. Questa settimana – conclude il tecnico rossoblù – lavoreremo sui difetti emersi nei test con Rimini, Civitanovese e Notaresco San Nicolò».

TIFOSI – La Sambenedettese Calcio comunica che, anche per la giornata di domenica 9 settembre (ore 9,30-13), sarà possibile stipulare il proprio abbonamento presso la sala stampa “Sabatino D’Angelo” del Riviera delle Palme.