Consegnato il “Gran Pavese Rossoblù” Si rinnova il gemellaggio con Viareggio

I premiati in Comune (Foto Alberto Cicchini)

Consegnato questa mattina, nell’ ambito dei festeggiamenti per il Santo Patrono, il  Gran Pavese Rossoblù. Cinque le onorificenze concesse quest’anno:

  • Cooperativa sociale “Primavera” che, con la sua “Fabbrica dei Fiori”, dà un contributo sostanziale all’opera di inserimento al lavoro di giovani portatori di una disabilità estremamente complessa. Questa la motivazione: “Per l’indispensabile ruolo che, in vent’anni di lavoro silenzioso ma efficace dei suoi volontari,ha saputo ricoprire nel sostenere e reinserire le persone con disabilità psichica, per lo spirito di iniziativa che ha consentito di recuperare ad un impiego sociale aree pubbliche a rischio di degrado, per la speranza di futuro donata a tante persone meno fortunate. La Città, riconoscente, ringrazia”.
  • Centro Famiglia, associazione di volontariato che opera ormai da 40 anni a San Benedetto del Tronto per il sostegno sociale alla famiglia. “Per l’intensa e multiforme attività che svolge da 40 anni per sostenere la famiglia nella sempre più complessa realtà sociale contemporanea. Impagabile caposaldo per il mantenimento della coesione del tessuto sociale cittadino, ha saputo nel tempo guadagnarsi la stima delle istituzioni assicurandosi la collaborazione di tanti validi professionisti nel raggiungimento delle sue nobili finalità”.
  • Fondazione Libero Bizzarri, promotrice dell’’omonima rassegna del documentario che quest’anno celebra i 25 anni di attività. Il Festival può essere considerato come il precursore del Festival italiano dedicato al documentario e ha sempre rappresentato un punto di riferimento per tutte le migliori produzioni negli anni successivi. “Per l’opera di ricerca, apprendimento, conservazione della memoria storica della città e per la capacità di proporre occasioni sempre interessanti di riflessione sul nostro tempo. Perno del movimento culturale cittadino, ha da tempo superato i confini municipali per accreditarsi come soggetto culturale di respiro internazionale offrendo lustro e prestigio alla Città”.
  • Giulio Marchegiani, uomo di mare, imprenditore, fedele rappresentante della marineria sambenedettese. “Figura emblematica dell’imprenditoria marittima sambenedettese, ha saputo con coraggio, spirito di iniziativa e capacità manageriali, costruire e consolidare in decenni di duro lavoro, una florida azienda basata sulla pesca dando lavoro e sostentamento a tante famiglie. La Città, orgogliosa, lo ringrazia”.
  • Associazione X mano che svolge attività di utilità sociale, perseguendo il miglioramento della vita, la tutela dei diritti civili e l’integrazione delle persone disabili sia in età evolutiva che in età adulta e delle loro famiglie. “Per l’opera di supporto che offre da dieci anni alle  persone con disabilità sostenendone il percorso di inserimento della comunità locale e accompagnando le famiglie nel delicato e difficile compito a cui sono chiamate. Splendido esempio di organizzazione di volontariato,  costituisce presenza preziosa e insostituibile nel panorama dei servizi alla persona della Città”.

La consegna del Gran Pavese Rossoblù è stata anche l’occasione per rinverrdire il gemellaggio con Viareggio. Una folta rappresentanza della città toscana ha presenziato alla manifestazione per poi incontrare il sindaco Pasqualino Piunti. Canonico scambio di doni con l’impegno di ritrovarsi a marzo per il Carnevale.

Rinverdito il gemellaggio con Viareggio (Foto Alberto Cicchini)