Il “cuore” di Montemonaco nel Veneto: pronto un assegno da 4.200 euro

Gianpaolo Bottacin assessore regionale del Veneto e Onorato Corbelli sindaco di Montemonaco

di Maria Nerina Galiè

E’ di oltre 4.200 euro l’assegno che il sindaco di Montemonaco, Onorato Corbelli, ha inviato a Gianpaolo Bottacin assessore regionale alla Protezione Civile del Veneto. La somma è frutto del ricavato della cena di solidarietà organizzata nel piccolo borgo montano il 20 dicembre scorso, per iniziativa di Comune, Pro Loco e ristoratori, al fine di aiutare le popolazioni venete colpite dal maltempo nei mesi precedenti.

«La Regione Veneto – ricordato il sindaco Corbelli – ci è stata molto vicina, lavorando gomito a gomito con l’Amministrazione comunale nelle difficili fasi del terremoto, tanto da “adottare” simbolicamente il nostro paese. Abbiamo voluto ricambiare la generosità dei volontari guidati da Bottacin, favorendo la raccolta fondi che ha riscosso un enorme successo». E anche la gratitudine della Regione Veneto che ha dedicato a Montemonaco un apposito spazio nel suo network.

Alla cena di dicembre parteciparono ben 150 persone. «E in più molti che non hanno potuto essere presenti la sera del 20 dicembre hanno offerto un contributo spontaneo» precisa il primo cittadino, che poi aggiunge: «Ringrazio sentitamente tutti i cittadini, in particolare i ristoratori che hanno reso possibile l’iniziativa. Con orgoglio porterò la testimonianza di tutto il paese quando andrò in Veneto in occasione della cerimonia ufficiale di consegna dell’assegno».



La mano tesa al Veneto in difficoltà arriva dai Monti Sibillini