Crisi idrica, prolungamento dell’erogazione nel weekend: lo chiede la Confcommercio

Il vertice della Confcommercio: il presidente provinciale Fausto Calabresi, il presidente della sede di Ascoli Ugo Spalvieri il responsabile della Delegazione ascolana Costantino Brandozzi

La Confcommercio, sulle orme del sindaco di Ascoli Guido Castelli, rafforza la richiesta di prolungare l’orario dell’erogazione dell’acqua nei weekend. Come noto lo stop ai rubinetti, deciso dalla Ciip, va dalle ore 23 alle 6 del mattino successivo. Il sindaco Castelli, raccogliendo le richieste di Wap, l’associazione dei commercianti del centro storico, aveva lanciato un appello affinchè la Ciip prolungasse il venerdì e il sabato l’erogazione dell’acqua per non creare problemi alle attività che operano nel campo della ristorazione. Il presidente della Ciip, Giacinto Alati, a tal proposito si era detto disponibile.

Ora la Confcommercio – attraverso il presidente provinciale Fausto Calabresi, quello della sede di Ascoli Ugo Spalvieri, il presidente e il vice presidente provinciali della Federazione pubblici esercizi (Fipe) Barbara Pompei e Daniele Fabiani – ha inoltrato una richiesta alla Ciip per il prolungamento dell’orario di chiusura dei serbatoi di almeno due ore il venerdì, il sabato. E ci aggiunge pure la domenica.

Crisi idrica, appello di Castelli: «Nei weekend chiusura alle due»