Ascoli, Ardemagni non ce la fa Il mercato cede il passo al campionato

Il direttore sportivo dell’Ascoli, Antonio Tesoro

di Claudio Romanucci 

Le trattative bianconere sono gran parte avviate ma per le firme il discorso è rimandato alla prossima settimana. I movimenti in entrata e in uscita delle società di B sono al momento bloccati (il difensore Spolli è finito in prestito dal Genoa a Crotone), il grosso è destinato a sbloccarsi come al solito negli ultimi giorni del mese, se non addirittura nelle ultime ore, quando le società riusciranno a strappare… migliori condizioni. L’orientamento dell’Ascoli è quello di sistemare la difesa con due soluzioni sulle corsie laterali, un portiere (Milinkovic-Savic in pole) e una punta. Le restanti “sirene”, spesso avviate dai procuratori dei calciatori, sono destinate  a restare tali e a non impensierire quindi il lavoro del ds Antonio Tesoro.

Ardemagni con la maglia dei 100 gol in B

VERSO COSENZA – Ultimi allenamenti al “Picchio Village” in preparazione del match di domenica alle 15 a Cosenza. Oggi seduta tattica e partita a campo ridotto. Si è allenato Lanni, terapie per Ardemagni (molto difficile a questo punto il suo recupero anche se a metà settimana a un certo punto Vivarini ci aveva sperato). Ninkovic sta meglio e questo fa tirare un sospiro di sollievo a mister e compagni. Domani alle 9,30 allenamento di rifinitura a porte chiuse al “Picchio Village”, poi pranzo e partenza per l’aeroporto di Fiumicino dove nel pomeriggio la squadra si imbarcherà sul volo per la Calabria.