Elezioni, summit di Forza Italia: «Noi alternativi a Pd e 5Stelle»

Forza Italia fa quadrato in vista del voto delle Comunali cercando di evitare spaccature pericolose all’interno del centro destra ascolano al governo di palazzo Arengo da quasi 20 anni. E così, dopo la cena in pizzeria di lunedì scorso tra l’ex sindaco Piero Celani insieme ad assessori e consiglieri che ha creato tanto scalpore, stamane si è svolta una riunione operativa degli azzurri alla presenza del commissario regionale Marcello Fiori, il senatore Andrea Cangini, il capogruppo in consiglio regionale Jessica Marcozzi. Presenti anche il vicepresidente del consiglio regionale Piero Celani, il sindaco Guido Castelli, gli assessori Ferretti, Lattanzi e Silvestri, l’ex assessore Tega, il capogruppo in consiglio comunale Alessandro Bono, il consigliere comunale Umberto Trenta, il vice commissario regionale Claudia Regoli. «Tutti concordi su tre principi -si legge nella nota ufficiale- la conferma dell’alleanza di centrodestra allargata con pari dignità ai movimenti civici; la radicale alternatività rispetto al Movimento 5stelle e al Partiti democratico; la legittima aspirazione di Forza Italia di esprimere il candidato sindaco del centrodestra in virtù del riconosciuto legame dei suoi amministratori con la città e delle capacità di buon governo manifestate negli ultimi vent’anni. Con questo spirito, altamente costruttivo, ci confronteremo con gli alleati nell’esclusivo interesse dei cittadini di Ascoli». Alla fine della riunione, il consigliere Umberto Trenta ha posto ufficialmente al partito la sua disponibilità a candidarsi a sindaco.