Lecce e Benevento non si fanno male, risale il Foggia

di Andrea Ferretti

Dopo il botto di Palermo, il pari nel derby giallorosso del sud che era anche uno scontro diretto. La Salernitana stende la capolista (1-2) alla “Favorita”, Lecce e Benevento non si fanno male (1-1). A questi due risultati vanno aggiunti la vittoria corsara (0-2) del Foggia a Carpi e l’occhiale tra Crotone e Cittadella. A Palermo gioisce la Salernitana grazie al gol di Casasola nell’extratime finale dopo il vantaggio rosanero con Jajalo e il pari di Andrerson. Il risultato permette ai campani di lasciare l’Ascoli – in attesa della gara di Cosenza – a quota 24. A Lecce tutto nella ripresa: 1-0 Mancosu e 1-1 Coda. Per il Foggia a Carpi, invece, doppietta di Iemmello. Stando alle voci di mercato, che continueranno a rincorrersi fino al 31 gennaio, figurarsi se Benevento e Foggia possano mai pensare di liberarsi di due attaccanti del calibro di Coda e Iemmello, entrambi avvicinati anche all’Ascoli. A chiudere il quadro del sabato, la sfida del “Curi” tra Perugia e Brescia. Tra le gare della domenica l’interessante derby veneto tra Padova e Verona – con gli scaligeri ancora alla ricerca di un definitivo salto di qualità – e il Pescara che all’Adriatico riceve la Cremonese.

Coda del Benevento è salito a quota 9 gol

LE PARTITE DELLA PRIMA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 18 gennaio ore 21: Palermo-Salernitana 1-2

Sabato 19 gennaio ore 15: Lecce-Benevento 1-1, Crotone-Cittadella 0-0, Carpi-Foggia 0-2

Sabato 19 gennaio ore 18: Perugia-Brescia

Domenica 20 gennaio ore 15: Cosenza-Ascoli, Padova-Verona

Domenica 20 gennaio ore 21: Pescara-Cremonese

Lunedì 21 gennaio ore 21: Spezia-Venezia

Riposa: Livorno

LA CLASSIFICA: Palermo 37 punti, Brescia e Pescara 32, Lecce 31, Verona e Benevento 30, Cittadella e Salernitana 27, Spezia e Perugia 26, Ascoli 24, Cremonese 22, Venezia 21, Cosenza 19, Carpi 17, Foggia 16, Livorno 15, Crotone 14, Padova 12.

I MARCATORI

14 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

9 gol Coda (Benevento)

8 gol Pazzini (Verona)

7 gol Vido (Perugia)

6 gol La Mantia e Mancosu (Lecce), Nestorovski (Palermo), Palombi (Lecce), Verre (Perugia), Torregrossa (Brescia), Diamanti (Livorno)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bonazzoli (Padova), Di Mariano (Venezia), Finotto (Cittadella), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Morosini (Brescia), M. Ricci e Pierini (Spezia), Schenetti e Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze e Kwankwo (Crotone)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli e Insigne (Benevento), Bartolomei (Spezia), Bisoli (Brescia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Di Carmine (Verona), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Melchiorri (Perugia), Brugman e Monachello (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi); Falletti, Moreo e Puscas (Palermo)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento), Baclet (Cosenza); Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Ryder Matos e Caracciolo (Verona); Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno); Galabinov, Gyasi e Crimi (Spezia), Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Tremolada (Brescia)