Samb-Teramo, vince il grande cuore Stanco e Miceli nel finale firmano rimonta e 6° posto (Fotogallery)

Miceli esulta, ha appena segnato il gol che vale tre punti (Foto Alberto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

Splendida vittoria della Samb che supera in rimonta il Teramo per 2-1. Sotto di una rete nel giro di quattro minuti, dal 39′ al 43′ del secondo tempo, i rossoblù grazie ai gol di Stanco (al rientro e al 6° centro stagionale) e Miceli trovano i tre punti che li portano al sesto posto in classifica legittimando la loro posizione nella griglia playoff. E sempre con una gara da recuperare..

Roselli recupera tutti gli infortunati dopo la lunga sosta e ripropone solo Biondi per l’acciaccato Zaffagnini in difesa a fianco di Celjak e Miceli. Confermato in avanti il tandem Di Massimo-Calderini per il canonico 3-5-2. Il bomber Stanco va in panchina con i nuovi acquisti Fissore e D’Ignazio. Unico assente l’ex Ilari squalificato. Atteggiamento a specchio per il Teramo con Maurizi che getta nella mischia dal primo minuto il nuovo arrivo Sparacello a fianco di Zecca, mentre l’ex capitano dell’Ascoli Giorgi parte dalla panchina. Grande agonismo in campo con il Teramo che cerca di più la manovra con i rossoblù che chiudono gli spazi giocando di rimessa.

Gara bloccata per più di mezzora con un tatticismo esasperato da una parte e dall’ altra con numerosi  falli sulla linea mediana per impedire la costruzione del gioco. Il primo tiro, se vogliamo considerarlo tale, è di De Grazia al 35’ con il pallone che si perde abbondantemente sul fondo. Ma è la Samb ad avere la migliore occasione per passare in vantaggio dopo due minuti. Rocchi verticalizza per Calderini che solo in area calcia al volo ma colpisce in pieno Lewandowski che si ritrova il pallone tra le mani.

Ad inizio ripresa Roselli sostituisce Caccetta con Gelonese con il nuovo entrato che riprende la sua posizione abituale davanti la difesa. La Samb si presenta nel secondo  tempo con un atteggiamento più propositivo. Ed al 3’ è sempre Calderini in area servito da Signori ad impegnare nella respinta Lewandowski. Non si fa attendere la risposta del Teramo che, passato lo spavento, dopo tre minuti, colpisce il palo esterno con De Grazia. Al 7’ è Di Massimo a non inquadrare la porta di testa su un cross di Rapisarda. Al quarto d’ora ecco Stanco al posto di Di Massimo con Roselli che aumenta il peso specifico in avanti.

Il tecnico rossoblù (32’) si gioca anche la carta Russotto. Ma al 24’ il Teramo passa in vantaggio. La Samb perde palla a centrocampo, rapida ripartenza ospite con Sparacello che verticalizza per De Grazia che entra in area e batte Pegorin. La Samb si getta in avanti con il Teramo che si difende con ordine. Maurizi sostituisce De Grazia (altro ex bianconero dell’Ascoli) con l’esperto Giorgi dando così sostanza alla linea mediana. Roselli si gioca il tutto per tutto inserendo anche il giovane De Paoli per Cecchini con una Samb a tre punti.

L’1-1 di Stanco (Foto Cicchini)

E la Samb perviene sal pareggio al 39’. Russotto si invola sulla sinistra entra in area con Stanco che anticipa tutti e mette dentro per l’1-1. Tre minuti dopo una conclusione a giro di De Paoli si perde sul fondo. Al 43’ la Samb  passa in vantaggio con una splendida rovesciata di Miceli dopo una mischia in area. Al 47’ è Rapisarda a salvare su Barbuti in area, poi è Stanco a sprecare una buona ripartenza.

SAMB (3-5-2): Pegorin 6; Celjak 6, Miceli 7, Biondi 6; Rapisarda 6,5, Rocchi 6,5, Caccetta 5,5 (1’st Gelonese 6), Signori 6,5, Cecchini 6 (37’st De Paoli sv); Calderini 6 (23’st Russotto 6,5), Di Massimo 6 (14’st Stanco 7). A disposizione: Rinaldi, Sala, Zaffagnini, Bove, Fissore, De Paoli, D’ Ignazio. Allenatore: Roselli 6,5.

TERAMO (3-5-2): Lewandowski 7; Piacentini 6, Caidi 6, Fiordaliso 6; Spighi 5,5 (34’st Mantini sv), Persia 6, Proietti 6, De Grazia 7 (30’st Giorgi sv), Celli 6; Zecca 5,5 (42’st Barbuti sv), Sparacello 6 (34’st Di Renzo sv). A disposizione: Pacini, Vitale, Ranieri, Cappa, Barbuti, Altobelli, Ventola, Natale. Allenatore: Maurizi 6.

Arbitro: Santoro di Messina 6 (assistenti Dell’ Università e Rabotti).

Reti: 24’st De Grazia (T), 39’st Stanco (S), 43’st Miceli (S).

Note: prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria del segretario generale della Casertana, Gennaro Nappo. Spettatori 3.500 circa di cui 400 provenienti da Teramo. Ammoniti: Persia (T), Celjak (S), De Grazia (T). Angoli 6-2 per il Teramo. Recupero 0’+5′.

IL QUADRO COMPLETO DEL GIRONE B DELLA SERIE C

Risultati: Ternana-Fano 0-1, Sud Tirol Alto Adige-Ravenna 1-1, Pordenone-Albinoleffe 1-0, Fermana-Feralpi Salò 1-0, Imolese-Giana Erminio 5-0, Triestina-Rimini 2-0, Monza-Vecomp Virtus Verona 1-0, Gubbio-Vis Pesaro 1-0, Vicenza-Renate 1-1, Samb-Teramo 2-1.

Classifica: Pordenone 43 punti, Triestina 35, Fermana 34, Imolese 32, Ravenna 31; Samb, Vicenza e Ternana 30, Vis Pesaro e Monza 29, Feralpi Salò e Sud Tirol Alto Adige 28, Gubbio 24, Teramo e Fano 23, Rimini 22, Renate 21, Vecomp Virtus Verona 19, Albinoleffe e Giana Erminio 18.

LA FOTOGALLERY DI ALBERTO CICCHINI