Samb: buon pari (1-1) nel fango di Pesaro, undicesimo risultato utile consecutivo

Calderini, gol pesante a Pesaro, terzo centro stagionale (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

La battaglia nel fango del “Benelli” si conclude con un salomonico 1-1. Samb e Vis Pesaro, ripetono il risultato dell’andata, al termine di un match agonisticamente valido che un terreno di gioco infame ha reso impossibile sotto il profilo tecnico. Bando al fioretto e via giù di sciabola con le due squadre che hanno dato vita ad un vigoroso corpo a corpo. Rapisarda e compagni escono dal campo con l’ennesimo risultato utile, l’undicesimo consecutivo (sei vittorie e cinque pareggi), mentre i padroni di casa riscattano seppur parzialmente l’amara sconfitta di Gubbio.

Lo aveva preannunciato ieri nella conferenza stampa pre gara, e così è stato. Roselli non cambia modulo, ma i protagonisti in campo. C’è infatti l’esordio di Fissore in difesa a fianco di Zaffagnini e Miceli, Caccetta, Gelonese e Ilari in mediana mentre in attacco ecco l’inedito tandem Russotto-Stanco. In panchina ecco Calderini, Biondi, Rocchi e Siignori. Dall’ altra parte Colucci recupera Petrucci che ha scontato il turno di squalifica e dà spazio sin dal primo minuto a Marco Guidone in avanti a fianco di Diop.

Entrambe le squadre si presentano con il 3-5-2. Più classico quello della Samb mentre Colucci da più libertà di azione a Petrucci sulla corsia destra, mentre Rizzato è più bloccato sulla corsia di competenza. In questo modo Rapisarda è costrtto a prestare maggiore attenzione alla fase difensiva e quindi non può incidere più di tanto in avanti.

Ottimo rientro di Ilari, uno dei migliori (Foto Cicchini)

Si gioca su un campo estremamente pesante che minuto dopo minuto diventa sempre più fangoso. Per questo motivo, Roselli ha dato spazio alla fisicità di Caccetta e Ilari rispetto al dinamismo di Rocchi e Signori che potrebbero trovare evidenti difficoltà su campo così estremamente difficile. Senza dimenticare, poi, la temperatura esterna di pochissimi gradi superiore allo zero.

Tutte componenti che mettono a dura prova la resistenza fisica dei ventidue in campo. Nonostante tutto, però, Vis Pesaro e Samb la buttano sull’ agonismo iniziando la gara a spron battuto. Sono comunque i padroni di casa ad essere maggiormente propositivi con i rossoblù che si attestano sul Piave in attesa di tempi migliori e di sfruttare le ripartenze con la fantasia di Russotto.

Al 14’ pt ci prova Guidone dal limite con la palla che passa alta sulla traversa. La risposta della Samb arriva dopo sette minuti con una conclusione di Stanco deviata in angolo. La Vis spinge sull’ acceleratore ed al 27’ una botta di Tessiore viene respinta Pegorin. Ci prova ancora Guidone di testa ma senza esito. E poi al 43’ pt è Pegorin a deviare un cross di Nizzolo, impedendo così a Diop la facile conclusione a rete.

Petrucci della Vis

Nella ripresa è sempre la Vis Pesaro a tenere in mano il pallino del gioco con un Petrucci (ascolano, ex Fermana) sempre pericoloso con le sue accelerazione. Al 3’ st una sua punizione viene respinta con i pugni da Pegorin e proprio da una sua conclusione ecco la rete del vantaggio biacorosso. Gran botta da fuori area deviata con il corpo da Gelonese con Pegorin spiazzato che riesce a riprendere la posizione deviando il pallone verso il palo. Ma c’è pronto Guidone che mette in rete il più comodo dei tap in.

Si rompe l’equilibrio con Roselli che inserisce immediatamente Rocchi per Caccetta, dando così maggiore vivacità a centrocampo e Biondi per Fissore in difesa. Al 25’ stfa il suo ingresso in campo anche Calderini al posto di Gelonese con la Samb che passa al 4-3-3. E non passano neppure trenta secondi dal suo ingresso che l’ex Foggia mette a segno il gol del pareggio. Numero di Russotto sull’ out destro che scodella in mezzo un delizioso pallone su cui Calderini si avventa e con il piattone batte il portiere di casa. Terzo centro stagionale per l’attaccante rossoblù, il primo su azione dopo i due rigori trasformati.

Fissore: esordio e ammonizione

Anche Colucci, però, si gioca il tutto per tutto. Fuori Botta, Diop e Tessiore    dentro Gaiola, Olcese e Balde (fratello di Keita Baldè dell’ Inter). Il terreno di gioco diventa sempre più pesante e la partita si trasforma in una vera e propria lotta nel fango spezzettata dagli interventi dell’ arbitro. Colucci toglie Rizzato per Testoni, ma il succo dell’ incontro non cambia. Al 40’ st è il solito Petrucci ad impegnare in due tempi Pegorin.

E dopo tre minuti di recupero Zingarelli di Siena manda tutti negli spogliatoi. La Samb continua nella sua serie positiva, con la Vis Pesaro che conferma di possedere un ottimo potenziale. Sabato prossimo i rossoblù ospiteranno la Giana Erminio, mentre l’undici di Colucci andrà a fare visita alla Ternana.

VIS PESARO (3-5-2): Tomei 6; Pastor 6, Briganti 6, Gennari 6; Petrucci 7, Paoli 6,5, Botta 6 (31’st Gaiola sv), Tessiore 6 (31’st Balde sv) Rizzato 6 (39’st Testoni sv ); Guidone 6,5, Diop 6 (31’st Olcese sv ). A disposizione: Bianchini, Rossoni, Gianola, Gaiola, Testoni, Buonocunto, Gabbani, Balde, Olcese, Sabattini, Hadziosmanovic, Voltan. Allenatore: Colucci 6.

SAMB (3-5-2): Pegorin 6, Zaffagnini 6,5, Miceli 6,5 , Fissore 6 (22’st Biondi 6); Celjak 6, Caccetta 6 (22’st Rocchi 6 ), Gelonese 6,5 (25’st Calderini 7), Ilari 6,5, Rapisarda 6, Russotto 6,5, Stanco 6. A disposizione: Rinaldi, Sala, Biondi, Di Massimo, Bove, Calderini, Rocchi, De Paoli, D’Ignazio, Signori. Allenatore: Roselli 6.

Arbitro: Zingarelli di Siena  6 (assistenti Mariottini e Riondino).

Reti: 20’st Guidone (V), 26’st Calderini (S).

Note: spettaori circa 1.000 di cui 250 provenienti da San Benedetto. Ammoniti: Fissore (S), Russotto (S), Gagliolo (V), Petrucci (V). Angoli 2-2. Recupero 0’+3′.

IL GIRONE B DELLA SERIE C

RISULTATI: Giana Erminio-Fermana 1-1, Albinoleffe-Gubbio 1-2, Rimini-Vicenza 0-0, Vecomp Virtus Verona-Pordenone 1-2, Teramo-Imolese 0-2, Renate-Monza 0-0, Vis Pesaro-Samb 1-1, Fano-Sud Tirol Alto Adige 0-3, Feralpi Salò-Ternana 3-2, Ravenna-Triestina 2-2

CLASSIFICA: Pordenone 46 punti, Triestina 36, Imolese e Fermana 35, Ravenna 32; Samb, Vicenza, Feralpi Salò e Sud Tirol Alto Adige 31; Ternana, Vis Pesaro e Monza 30, Gubbio 27; Teramo, Fano e Rimini 23, Renate 22, Giana Erminio e Vecomp Virtus Verona 19, Albinoleffe 18.