Suggestioni e sound Il mondo dei BowLand va oltre l’X Factor

I BowLand

Il pubblico televisivo ha imparato a conoscerli durante l’edizione 2018 di X Factor, dove si sono classificati al quarto posto riscuotendo consensi. Ora però per i BowLand arriva la prova più dura, quella che tutti gli artisti passati dai talent devono superare: conquistare per davvero le platee a suon di musica dal vivo e/o dischi venduti (o, per meglio dire, tramite le visualizzazioni e gli streming) per divenire nome di sicuro affidamento. Le potenzialità ci sono, eccome.
Gli appassionati piceni e non avranno modo di testare questo trio nato a Firenze nel 2015 ma di origini iraniane (Lei Low, Pejman Fa e Saeed Aman si sono conosciuti a Teheran) il prossimo 19 marzo alle 21, durante il concerto che si terrà al PalaRiviera. Il sound che caratterizza i BowLand è un crocevia di suggestioni internazionali, sospese tra elettronica, dance e voci eteree che sanno tanto di Portishead, per citarne un gruppo di sicuro riferimento. Forte il singolo “Don’t stop me“, compreso nell’album di debutto “Floating Trip” del 2017.
Le prevendite per il live sono aperte su TicketOne.

Lu. Ca.