Mercato no stop: arriva Fulignati, Perucchini passa all’Empoli e Zebli torna al Genk

Pierre Zebli al “Curi” di Perugia proprio dutante il match di andata tra Picchio e Grifone

di Andrea Ferretti

Come annunciato in mattinata, nel pomeriggio – a meno di ventiquattr’ore dalla partita con il Perugia – si ufficializza lo sacambio di portieri con l’Empoli: Filippo Perucchini si trasferisce in Toscana, mentre è in arrivo Andrea Fulignati. Perucchini in sei mesi ha così compiuto un doppio salto di categoria, passando dal Lecce (con cui era stato promosso dalla C alla B) alla corte di Peppe Iachini in A. Dovrà però superare un’agguerrita concorrenza composta da Provedel e Terracciano, ma probabilmente lui sarà il terzo portiere. Si chiude dunque la strada che portava a Milinkovic-Savic. L’arrivo di Fulignati ad Ascoli è previsto per le prossime ore. Poi all’inizio della prossima settimana, dopo visite mediche e firma sul contratto, la presentazione.

Il portiere Fulignati è bianconero

La prossima settimana, che è poi l’ultima della finestra invernale del calciomercato, è anche quella in cui si dovrebbe chiudere per il terzino destro Andreoni del Vicenza per sistemare il “buco” creatosi dopo la partenza di Kupisz. Poi ci sarà da stringere per un terzino sinistro, ma non è escluso che il “vice” D’Elia alla fine lo faccia Cavion. Forse arriverà anche un centrocampista, ma in questo caso sarà importante anche che Carpani liberi una casella.

A conferma di quanto annunciato dal ds Tesoro, l’Ascoli dopo Perucchini saluta anche Zebli che torna in Belgio, al Genk, pr curarsi e riprendersi dopo il grave infortunio (distacco della retina). Zebli lascia dopo 3 presenze, di cui le prime due da titolare nelle prime due giornate contro Cosenza e Perugia nel ruolo di regista quando ancora non era stato perfezionato l’ingaggio di Troiano (al quale poi subentrò negli ultimi 20 minuti nella vittoriosa trasferta di Benevento). Al “Picchio Village” i giorni che precedono Ascoli-Perugia sono caratterizzati dai saluti: quelli dei nuovi bianconeri e quelli degli ormai ex bianconeri, compreso appunto Pierre Zebli, l’ivoriano di soli 21 anni che arrivata dopo due stagioni in B nel Perugia e che, se fosse stato più fortunato, stavolta sarebbe stato uno degli ex di turno. La società, dispiaciuta, è costretto a salutarlo. “A Pierre va il grande in bocca al lupo della società tutta – scrive l’Ascoli sul proprio sito ufficiale – e l’augurio che possa tornare quanto prima in campo”.