Palermo, vetta ora a rischio Lecce, vittoria importante

di Andrea Ferretti

Se il Brescia batterà lo Spezia, si avverano le nostre previsioni sul fatto che questa seconda giornata di ritorno poteva essere un turno a favore delle “rondinelle”. Tanto è, almeno finora, dopo la caduta del Palermo sul campo della Cremonese (gol di Arini e Migliore). Occhio al Lecce che vince a Salerno e attende l’Ascoli. All’Arechi pugliesi in doppio vantaggio (Mancosu e Palombi) prima del gol di Anderson. Giallorossi terzi per una notte, in attesa di Livorno-Pescara: in caso di vittoria, la squadra di Pillon ha l’opportunità di ritrovarsi addirittura seconda da sola. Passi avanti del Cittadella che, sornione, ha battuto il Carpi con le reti di Moncini, Schenetti e Panico (l’ex Arrighini per la squadra di Castori). La giornata numero 21 si era aperta col Crotone (Rohden e Zanellato) corsaro a Foggia e non più fanalino di coda. Ora tocca al Brescia che riceve lo Spezia, ma in B nulla è scontato. In coda secondo derby di fila pr il Padova: dopo il Verona c’è il Venezia. Avanza in classifica il Perugia e per l’Ascoli, che perde posizioni, cresce il rammarico.

Tifosi del Perugia in festa al “Del Duca” (Foto Edo)

LA SECONDA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 25 gennaio ore 21: Foggia-Crotone 0-2

Sabato 26 gennaio ore 15: Cittadella-Carpi 3-1, Cremonese-Palermo 2-0, Ascoli-Perugia 0-3

Sabato 26 gennaio ore 18: Salernitana-Lecce 1-2

Domenica 27 gennaio ore 15: Venezia-Padova, Livorno-Pescara

Domenica 27 gennaio ore 18: Brescia-Spezia

Lunedì 28 gennaio ore 21: Verona-Cosenza

Riposa: Benevento

LA CLASSIFICA: Palermo 37 punti, Brescia  35, Lecce 34, Pescara 33; Verona, Benevento e Cittadella 30, Perugia 29, Salernitana 27, Spezia e Cremonese 26, Ascoli 25, Venezia 21, Cosenza 20, Crotone e Carpi 17, Foggia 16, Livorno e Padova 15.

I MARCATORI

15 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

9 gol Coda (Benevento)

8 gol Pazzini (Verona)

7 gol Mancosu e Palombi (Lecce), Vido e Verre (Perugia), Torregrossa (Brescia)

6 gol La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bonazzoli (Padova), Di Mariano (Venezia), Schenetti e Finotto (Cittadella), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Morosini (Brescia), M. Ricci e Pierini (Spezia), Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze e Kwankwo (Crotone)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli e Insigne (Benevento), Bartolomei (Spezia), Bisoli (Brescia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Di Carmine (Verona), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Melchiorri (Perugia), Brugman e Monachello (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi); Falletti, Moreo e Puscas (Palermo)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento), Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Ryder Matos e Caracciolo (Verona); Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno); Galabinov, Gyasi e Crimi (Spezia), Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone), Tremolada (Brescia)