Si sente male a casa e chiama il 118: partorisce il figlio in ambulanza Non sapeva di essere incinta

di Maria Nerina Galiè

Chiama il 118 perché si sente male e, a bordo dell’ambulanza, dà alla luce un bel maschietto: senza saperlo era al settimo mese di gravidanza. Non è un episodio della serie tivù “Non sapevo di essere incinta”. E’ accaduto nel primo pomeriggio di ieri, venerdì 25 gennaio, ad una donna di 28 anni residente a Folignano che, in preda a forti ed apparentemente inspiegabili dolori, ha chiamato il pronto soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli. Medico e infermieri giunti sul posto non hanno impiegato molto a capire cosa stava per succedere: la giovane era in pieno travaglio. E’ stata subito caricata sul mezzo di soccorso che a sirene spiegate si è diretto verso il Mazzoni. Ma il bimbo aveva fretta di venire al mondo ed è nato lungo il tragitto. Mamma e figlio stanno bene e sono attualmente ricoverati al reparto ostetricia dell’ospedale ascolano dove sono stati sottoposti ai controlli necessari. Non sapendo del suo stato, tra l’altro, la primipara non si è mai sottoposta ai controlli prenatali. Seppure inatteso e avvenuto prima della naturale scadenza, l’episodio è finito bene, grazie anche alla prontezza e alla professionalità del personale sanitario. Bisognerebbe chiedersi come abbia fatto la giovane donna a non capire di aspettare un bambino. Ma a volte accontentiamoci di credere che la vita può riservare delle bellissime sorprese.