Fa cilecca pure il Verona, ma che grinta il Cosenza

di Andrea Ferretti

Fa cilecca (in questo caso l’ennesima) pure il Verona che chiude la seconda di ritorno pareggiando in casa con il Cosenza e conquistando un magro 5° posto. E’ cilecca doppia, perchè il Cosenza ha pareggiato con Sciaudone e Idda dopo che la squadra di Grosso si era portata in doppio vantaggio con Di Carmine a venti minuti dalla fine, dopo il gol di Tupta. Il 2-2 arriva ventiquattr’ore dopo il 4-4 tra Brescia e Spezia, un pari che permette al Palermo di restare da solo al comando. Sulla falsariga del Verona, il Pescara non va oltre lo 0-0 a Livorno. Personaggio della settimana, ma non è una novità, Donnarumma del Brescia, autore di un’altra tripletta e capocannoniere con 18 gol. Spezia quattro volte in vantaggio con Mora, Bidaoui (2) e Okereke. Per il Brescia tris di Donnarumma e Tonali. In precedenza c’erano stati il ko del Palermo con la Cremonese (Arini e Migliore), la vittoria esterna del Lecce (Mancosu e Palombi) con la Salernitana (Andrè Anderson) e quella del Cittadella (Moncini, Schenetti e Panico) sul Carpi (Arrighini). Per l’Ascoli lo 0-3 col Perugia, oltre alla sconfitta, è costato anche il sorpasso della Cremonese e l’aggancio del Venezia che con Segre e Di Mariano batte il Padova (Trevisan). La seconda di ritorno in pillole: 3 vittorie in casa, 3 fuori, 3 pareggi, 29 gol segnati di cui 12 (8 a Brescia e 4 a Verona) nelle ultime due gare del tabellone.

Di Carmine del Verona, 4 gol come Brosco e Ardemagni ell’Ascoli

SECONDA GIORNATA DI RITORNO: Foggia-Crotone 0-2, Cittadella-Carpi 3-1, Cremonese-Palermo 2-0, Ascoli-Perugia 0-3, Salernitana-Lecce 1-2, Venezia-Padova 2-1, Livorno-Pescara 0-0, Brescia-Spezia 4-4, Verona-Cosenza 2-2. Ha riposato Benevento.

CLASSIFICA: Palermo 37 punti, Brescia  36, Lecce e Pescara 34, Verona 31, Benevento e Cittadella 30, Perugia 29, Spezia 28, Salernitana 27, Cremonese 26, Ascoli e Venezia 25, Cosenza 21, Foggia 18, Crotone e Carpi 17, Livorno 16, Padova 15.

MARCATORI

18 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

9 gol Coda (Benevento)

8 gol Pazzini (Verona)

7 gol Mancosu e Palombi (Lecce), Vido e Verre (Perugia), Torregrossa (Brescia)

6 gol La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno), Di Mariano (Venezia), Okereke (Spezia)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bonazzoli (Padova), Schenetti e Finotto (Cittadella), Tutino (Cosenza)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Di Carmine (Verona), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Morosini (Brescia), M. Ricci e Pierini (Spezia), Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze e Kwankwo (Crotone)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli e Insigne (Benevento), Bidaoui e Bartolomei (Spezia), Bisoli (Brescia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Melchiorri (Perugia), Brugman e Monachello (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi); Falletti, Moreo e Puscas (Palermo)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento), Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Ryder Matos e Caracciolo (Verona); Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Segre e Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno); Galabinov, Gyasi e Crimi (Spezia); Tupta, Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone), Tonali e Tremolada (Brescia)