Giovedì l’ultimo saluto a Giovanna Stagno Tragico destino: erano tornati indietro per prendere dei documenti

Il luogo dello spaventoso incidente mortale e, nel riquadro, la 66enne Giovanna Stagno

di Maria Nerina Galiè

Si terrà giovedì 31 gennaio alle ore 10, nella chiesa del Beato Antonio in Amandola, il funerale di Giovanna Stagno, la donna di 66 anni che ha perso la vita nello scontro, con un tir, dell’auto su cui viaggiava lunedì intorno a mezzogiorno lungo la Statale 78, a due chilometri da Comunanza. Alla guida della Ford Escort c’era il marito, Nello Viozzi di 70 anni, ricoverato nel reparto Rianimazione dell’ospedale regionale Torrette di Ancona, ancora in gravissime condizioni. La salma sarà esposta dalle 16,30 di domani, mercoledì 30 gennaio, nella camera ardente che verrà allestita nel Centro di Comunità “Maria e Marta”, in località Piandicontro nella zona industriale di Amandola. Lo ha stabilito la famiglia dopo che nella tarda mattinata di oggi, martedì, il magistrato ha concesso il nulla osta per la restituzione delle spoglie della loro congiunta.

Non si parla d’altro ad Amandola, dove la coppia risiedeva, così pure a Comunanza e Montemonaco, paese di origine di Giovanna. In molti scuotevano la testa di fronte a un destino davvero beffardo, stando a quanto si raccontava. La coppia lunedì aveva un appuntamento ad Ascoli, pare per una visita medica. Erano partiti da Amandola puntuali. A metà strada però, non si sa bene a che altezza, sono tornati indietro perché avevano dimenticato a casa la documentazione necessaria. Il loro viaggio si è però fermato alle porte di Comunanza. Per Giovanna Stagno, purtroppo, per sempre.

Auto si schianta contro un tir: muore una donna di 66 anni, gravissimo il marito di 70

Giovanna Stagno respirava ancora, i disperati tentativi di salvarla Nello Viozzi stabile in Rianimazione