In marcia verso il futuro: torna la “Giornata della Vita”

La meraviglia prenatale e quel rapporto speciale e unico che, fin dal concepimento, si crea tra la mamma e il concepito e l’ambiente circostante. Di questo si parlerà, in termini scientifici, nel corso del convegno organizzato dalla Diocesi di Ascoli in collaborazione con la consulta per la famiglia e la consulta dei laici in occasione della 41esima edizione della Giornata per la Vita, intitolata questo anno “È vita, è futuro“.

Il vescovo D’Ercole (foto Vagnoni)

Un convegno che torna dopo una pausa forzata, dovuta al sisma che ha colpito il centro Italia nel 2016, e che si rivolge a tutta la cittadinanza. L’appuntamento è per sabato 2 febbraio a partire dalle 17,30 nella Bottega del Terzo Settore, quando gli intervenuti avranno la possibilità di ascoltare di interloquire con il dottor Gino Soldera, fondatore dell’Associazione Nazionale di Psicologia ed Educazione Prenatale. Psicologo e psicoterapeuta, Soldera da anni sostiene che il nascituro è un essere incredibilmente più avanzato sia mentalmente sia emozionalmente di quanto la scienza abbia sempre pensato.
Il convegno si aprirà con un intermezzo artistico a cura di Roberto Paoletti de “La casa di Asterione”, che leggerà una parte del messaggio che la Cei ha scritto proprio per l’edizione 2019 della “Giornata della Vita”. Quindi, sarà presentata brevemente l’attività del Centro Accoglienza Vita di Ascoli e sarà dato poi spazio all’intervento di Soldera. A seguire il coro di Comunione e Liberazione eseguirà alcuni brani sulla vita, per poi dare spazio al dibattito e alle testimonianze. Le conclusioni saranno affidate al vescovo Giovanni D’Ercole. Moderatore dell’evento Maurizio Piccioni.
Le celebrazioni proseguono il giorno dopo, domenica 3 febbraio, con la tradizionale Marcia della Vita: l’appuntamento è alle 9,30 presso la parrocchia di San Giovanni Evangelista a Monticelli, per poi dirigersi verso l’ospedale “Mazzoni” e alla casa di cura “San Giuseppe” (dove ci sarà l’incontro con il vescovo e gli ospiti e i volontari della struttura) infine si arriverà presso la parrocchia dei Ss. Simone e Giuda per partecipare alla messa in programma alle 11, durante cui saranno benedetti tutti i battezzati nel corso del 2018.

Un’immagine della Marcia della Vita