Samb, il mercato chiude senza il botto e non regala altri rinforzi

Pietro Fusco, diesse rossoblù

di Benedetto Marinangeli

Nessun botto e neppure un nuovo under. Si è chiuso così con i movimenti già effettuati da tempo, il mercato di gennaio della Samb. Il club del Riviera delle Palme aveva già archiviato in anticipo la sessione invernale con gli arrivi di D’ Ignazio dal Napoli via Bari e di Fissore dall’ Alessandria dopo lo scambio con Gemignani. A dicembre, poi, dalle liste degli svincolati ecco il difensore Celjak e il centrocampista Caccetta. In questi giorni il diesse Pietro Fusco era a Milano.

Solo un giro di orizzonte anche perché le indicazioni del presidente Fedeli erano precise. «La squadra è al completo» andava dicendo da settimane il patron romano. Ed alla fine così è stato. L’unica operazione che verrà fatta, però, nelle prossime settimane è il rinnovo del contratto al giovane difensore Davide Di Pasquale operato ai crociati e per il quale la stagione si è chiusa con largo anticipo.

Si pensava che nelle ultime ore la Samb potesse mettere a segno almeno un colpo in attacco per trovare un alter ego a Stanco. Ma così non è stato. Stesso discorso per quanto riguarda l’esterno destro under dopo che era saltata l’operazione con il Pescara per Scalera. La formazione rossoblù rimane così, nonostante le altre dirette concorrenti per un posto al sole abbiano dato tanta sostanza ai loro organici. Una fra tutte il Monza di Berlusconi e Galliani prossima avversaria di Rapisarda e compagni.

Il patron Franco Fedeli

«I brianzoli – dice Franco Fedeli – si sono rinforzati tanto ma non dobbiamo averne paura, né per i nuovi arrivi né perché a capo della società lombarda c’è Berlusconi». Insomma il patron fa affidamento sulla bontà dell’ organico a disposizione di Roselli che ha dimostrato in queste ultime gare di avere raggiunto una importante compattezza di squadra. Non per nulla sono arrivati dodici risultati utili consecutivi. Una serie rilevante che ha portato i rossoblù dalle ultime posizioni della classifica in piena zona play off.

Le cinque promozioni in B stabilite mercoledì mattina dal Consiglio Federale con il ritorno della cadetteria a 20 squadre apre scenari importanti per le formazioni di vertice della serie C. Tra queste c’è pure la Samb. Ma Fedeli glissa sull’ argomento. «Bisognerà vedere –spiega- quali risultati  riusciremo a fare nelle prossime partite. Sicuramente quella di sabato, pareggiata con la Giana Erminio ci ha ridotto le chance di recupero».

E domani ecco la trasferta di Monza. Roselli dovrà fare a meno degli squalificati Rapisarda e Miceli con Cecchini a mezzo servizio. Il laterale sinistro ieri si è allenato per la prima volta con i compagni dopo l’infortunio al ginocchio rimediato contro il Teramo. Non dovrebbe essere rischiato dal tecnico che darebbe così una chance importante al giovane D’Ignazio dopo l’ esordio di sabato scorso contro la Giana Erminio.