Pugno a un carabiniere dopo aver cacciato di casa la madre, arrestato un giovane di 22 anni

Operaio, origini romane, residente a San Benedetto, 22 anni, iniziali T.F.. E’ il giovane che è stato arrestato all’alba di oggi – erano circa le ore 6,30 – dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di San Benedetto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. I militari dell’Arma sono intervenuti nel suo appartamento dopo la telefonata giunta al 112 dove una donna (la madre del ragazzo) chiedeva aiuto in quanto era stata cacciata di casa dal figlio.

La donna ha anche chiamato il 118, segno che aveva bisogno anche dell’intervento dei sanitari. Sul posto sono giunti sia i Carabinieri che l’ambulanza inviata dalla centrale operativa del 118 di San Benedetto. Il ragazzo ha iniziato a inveire dalla finestra contro i presenti, per poi scendere in strada e aggredendo fisicamente i militari a uno dei quali ha sferrato un pugno in faccia procurandogli delle lesioni. Per immobilizzarlo i Carabinieri hanno usato anche lo spray al peperoncino. Alla fine sono riusciti a renderlo innocuo e quindi ammanettarlo. Condotto in caserma, lo aspetta il rito direttissimo in Tribunale.