Samb, Roselli duro nel dopo Monza «Da ragazzino la partita finiva quando si faceva gol»

di Benedetto Marinangeli 

«Non ho cronometri con me in panchina. Mi è sembrato di tornare ragazzino. Si giocava in strada e la partita finiva quando si faceva gol». Salace il commento di Giorgio Roselli nella sala stampa del “Brianteo”. Anche a 24 ore di distanza la sconfitta con il Monza brucia, soprattutto per il modo in cui è arrivata. Una rete giunta a tempo abbondantemente scaduto che va a penalizzare una Samb che ha giocato alla pari e per alcuni tratti anche meglio della formazione di Cristian Brocchi che, alla fine, ha prevalso solo grazie alle qualità dei singoli. La grande conclusione di Anastasio ne è la testimonianza.

Roselli deluso per la sconfitta di Monza

«Non parlo degli errori commessi –ha aggiunto Roselli- ma ultimamente siamo stati puniti dagli episodi. Contro la Giana Erminio ai lombardi è stato dato un gol senza che il pallone entrasse. I miei ragazzi contro il Monza hanno disputato una partita straordinaria e avrebbero meritato di tornare a casa con qualcosa in mano. Abbiamo creato quattro o cinque superiorità in attacco, cosa è mancato? L’assist per il gol decisivo. Sarei un pazzo a non essere soddisfatto. Ci piaceva molto continuare a collezionare risultati positivi perché è un fattore che ci spinge a dare tutto. Ora dobbiamo ripartire continuando a dare il meglio».
Settimo centro stagionale per Francesco Stanco. Una rete di pregevole fattura realizzata grazie anche ad un assist di tacco di Alessio Di Massimo. «Quella di Di Massimo -ha commentato Stanco- è stata una grande giocata perché il 99% degli attaccanti avrebbe tirato. Il gol alla fine fa male perché a casa non portiamo nulla. C’è qualche episodio che ci lascia con l’amaro in bocca anche perché il recupero, mi dicevano, era finito. Avevamo la sensazione che il tempo fosse scaduto ma finché l’arbitro non fischia si deve giocare. Ma si sa: quando vai a perdere si pensano a tutte queste cose».

Stanco in gol

«Comunque -ha proseguito l’attaccante rossoblù- ce la siamo giocata fino all’ultimo secondo ma è stato bravissimo Anastasio a fare quel gol. Non è facile venire qui e recuperare due volte. Il Monza è costruito per vincere con giocatori che in serie C non c’entrano niente. C’è rammarico, ma non abbiamo recriminazioni a livello di prestazione di squadra. Abbiamo fatto una lunga striscia positiva -ha concluso Stanco- sono stati bravi i miei compagni, ma ora voltiamo pagina e ripartiamo».
Con la sconfitta di Monza la Samb scivola all’ undicesimo posto in classifica ad una sola lunghezza dai playoff ad un punto dalla Vis Pesaro che occupa attualmente l’ultima posizione utile per gli spareggi promozione. Quest’anno, poi, saranno estremamente importanti perché saranno due le squadre che saliranno in B da questa appendice della regular season. Per quanto riguarda invece la retrocessione, tre saranno dirette, ossia le ultime di ciascun girone e quattro attraverso i play out. La Samb ha otto punti di vantaggio sulla zona calda e quindi una posizione sostanzialmente tranquilla.
Ma bisogna sempre considerare che i rossoblù devono recuperare la gara con la Ternana fissata per il prossimo 6 marzo. E paradossalmente si disputerà prima il match di ritorno al Riviera il 23 febbraio è poi la gara di andata.
I rossoblù domani riprenderanno ad allenarsi in vista della gara interna con il Ravenna che ha sconfitto per 1-0 la Fermana. Roselli recupererà capitan Rapisarda che ha scontato a Monza il turno di squalifica ma dovrà ancora fare a meno di Miceli. Da valutare anche le condizioni fisiche di Zaffagnini uscito malconcio dal Brianteo per il solito problema al ginocchio

Risultati: Albinoleffe-Sudtirol 2-4, Monza-Samb 3-2, Renate-Ternana 1-1, Rimini-Giana Erminio 0-0, Teramo-Feralpisalò 1-2, Fano-Gubbio 1-1, Pordenone-Imolese 2-0, Virtus Verona-Triestina 3-4, Vis Pesaro-Vicenza 1-2, Ravenna-Fermana 1-0

Classifica: Pordenone 49, Triestina 41, Imolese 38, Feralpisalò 37, Monza e Fermana 36, Sudtirol e Ravenna 35, Vicenza 34, Vis Pesaro 33, Samb 32, Ternana 31, Gubbio 29, Rimini 27, Teramo, Fano e Renate 24, Giana Erminio 21, Virtus Verona 20, Albinoleffe 19

La Samb si arrende (3-2) al Monza al 96′ oltre i cinque minuti di recupero assegnati