Donnarumma strepitoso, il Brescia vince e fugge col Palermo

di Andrea Ferretti

Se in mezzo al suo cognome ci fosse stata qualche “H” o qualche “K”,  o magari si fosse concluso in “ICIC”, probabilmente l’attaccante giocava in Serie A come fanno molti stranieri che militano nella massima serie grazie a procuratori-maghi. E invece Donnarumma è solo il centravanti del Brescia dove segna da far paura: 21 centri in 19 partite. Stavolta si è limitato a una doppietta. L’ha rifilata al Carpi, più un assist per Ndoj, nel 3-1 con cui le rondinelle – tempo tre ore – tornano in vetta alla classifica. Per il Carpi gol di Rolando, ma Arrighini spreca il rigore che poteva riaprire i giochi. Con questi tre punti la squadra di Corini torna in vetta da solo dopo aver concesso una breve illusione al Palermo. Anche i siciliani usano però la doppietta (quella di Puscas) e violano il “Curi” di Perugia a cui resta il gol della bandiera di Melchiorri. Un’altra squadra che sta facendo sul serio è lo Spezia, che espugna Cittadella con Galabinov. La quarta di ritorno della B verrà ricordata anche per la papera di Micai, il portiere della Salernitana che nell’anticipo di venerdì sera ha regalato il derby al Benevento.

Donnarumma: 21 gol in 19 partite

LA QUARTA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 8 febbraio ore 21: Salernitana-Benevento 0-1

Sabato 9 febbraio ore 15: Cremonese-Padova 0-0, Perugia-Palermo 1-2, Cittadella-Spezia 0-1

Sabato 9 febbraio ore 18: Brescia-Carpi 3-1

Domenica 10 febbraio ore 15: Livorno-Cosenza, Foggia-Pescara

Domenica 10 febbraio ore 21: Verona-Crotone

Lunedì 11 febbraio ore 21: Venezia-Lecce

Riposa: Ascoli

LA CLASSIFICA: Brescia 42 punti, Palermo 41, Benevento 36; Spezia, Lecce e Pescara 34, Verona 32, Cittadella 30, Perugia 29, Salernitana 28, Cremonese 27, Ascoli e Venezia 25, Cosenza 24, Foggia 19, Carpi e Crotone 18, Livorno e Padova 17.

I MARCATORI

21 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

10 gol Coda (Benevento)

9 gol Torregrossa (Brescia)

8 gol Pazzini (Verona)

7 gol Mancosu e Palombi (Lecce), Vido e Verre (Perugia)

6 gol La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno), Di Mariano (Venezia), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bartolomei (Spezia), Bonazzoli (Padova), Insigne (Benevento), Schenetti e Finotto (Cittadella). Kwankwo (Crotone), Puscas (Palermo)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Di Carmine (Verona), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Bisoli e Morosini (Brescia), Monachello (Pescara), M. Ricci e Pierini (Spezia), Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze (Crotone), Melchiorri (Perugia)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli (Benevento), Galabinov e Bidaoui (Spezia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Brugman (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi), Falletti e Moreo (Palermo), Ryder Matos (Verona)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento); Sciaudone, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona); Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Segre e Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno), Gyasi e Crimi (Spezia); Tupta, Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone); Ndoj, Tonali e Tremolada (Brescia)