Ascoli, Vivarini ritrova Troiano D’Elia: «Salernitana, forti individualità»

Troiano durante la gara di andata all’Arechi di Salerno

Una buona notizia per Vivarini. Troiano sta bene ed è tornato a lavorare con il gruppo. Insieme a lui anche Frattesi che è tornato dagli impegni con la Nazionale Under 20. Ecco allora che sabato (ore 18 al “Del Duca”) contro la Salernitana il tecnico potrà disporre dei due centrocampisti, oltre naturalmente a Addae e Cavion. Ma non ci sarà Casarini, che ha continuato a lavorare a parte, e che quindi Ascoli-Salernitana la seguirà dalla tribuna. Come lui Ardemagni e, forse, Ngombo. Domani ultimo giorno di preparazione in vista del match, poi le convocazioni. Nella lista potrebbe comparire il nome di un attaccante della Primavera, ma va tenuto conto che la squadra di Di Mascio sabato alle 14,30 al “Picchio Village” disputa la gara più importante della stagione, lo scontro diretto con la Lazio che, in caso di vittoria, porterebbe i bianconeri al comando della classifica. Domani, intanto, seduta di rifinitura a porte chiuse alle ore 15 al “Del Duca”.

D’Elia (insieme a Valentini) mentre contrasta Monachello in Pescara-Ascoli prima di essere espulso per doppia ammonizione

In vista di Ascoli-Salernitana parla D’Elia: «La Salernitana è molto forte nelle individualità, ma lo siamo anche noi, e sappiamo che ci aspetta una partita molto dura. E’ un match importante per il nostro cammino perché abbiamo bisogno di punti. Avremo di fronte un avversario esperto ma noi, soprattutto con i nuovi arrivati, abbiamo la consapevolezza di poter fare bene. Con Ciciretti il livello qualitativo si è innalzato, e consideriamo pure che abbiamo fuori uno come Ardemagni che in B ha sempre fatto gol, senza nulla togliere agli altri attaccanti che fanno sempre un lavoro molto dispendioso. per noi l’obiettivo resta la salvezza, poi vedremo dove poter arrivare una volta raggiunto quello: pensiamo a una gara alla volta. La società ha fatto un mercato intelligente, avevamo bisogno di alternative in alcuni ruoli e così è stato. Rubin (l’alternativa a D’Elia sulla fascia sinistra, ndr) lo conoscevo perché ci avevo giocato contro, sarà una sana concorrenza. Abbiamo sfruttato la lunga sosta per svolgere un lavoro intenso anche in vista della gara con la Salernitana. I tifosi? Ci dispiace moltissimo per lo sciopero, finora ci hanno sempre spinti alla vittoria, vuol dire che cercheremo di dare loro una bella soddisfazione».

ARBITRO – Il designatore Emidio Morganti ha affidato Ascoli-Salernitana a Minelli di Varese. A coadiuvarlo ci saranno gli assistenti Cangiano di Napoli e Mokhtar di Lecco e il quarto ufficiale Prontera di Bologna.