Maltrattava i figli con pugni e calci, condannato padre “orco”

Maltrattava i tre figli minorenni colpendoli anche con pugni e calci per futili motivi e inoltre gli vietava di frequentare coetanei deridendoli ed insultandoli. Alla fine uno straniero residente in città è stato condannato quest’oggi dal giudice Pietro Merletti ad una pena di un anno e quattro mesi senza il beneficio della sospensione e con un risarcimento da dare di 5.000 euro alle parti civili rappresentate dall’avvocato Mauro Gionni. Si tratta di una storia di violenze domestiche risalente ad alcuni fa su cui era già intervenuto il Tribunale dei minorenni e gli assistenti sociali del Comune a tutela dei bambini. Nel corso delle indagini era stata ascoltata anche la madre.