Palermo-Brescia, un pari che lascia la vetta intatta

di Andrea Ferretti

Come era nelle previsioni, gara al cardiopalma al “Barbera” di Palermo dove i rosanero hanno cercato di riprendersi la vetta della classifica. Ma la squadra di Stellone non ce l’ha fatta sbattendo contro il Brescia che è la squadra più forte della B. Tutto nel finale. Palermo in vantaggio con Nestorovski, pareggio del Brescia due minuti oltre il 90° con Tremolada. Un punto ciascuno che lascia le squadre ai primi due posti, ma che offre la possibilità alle inseguitrici di accorciare di due lunghezze il distacco. Soprattutto il Benevento che ospita il Cittadella, ma è un’opportunità anche per il Pescara che gioca a Crotone e per il Lece che ospita il Livorno. Da non perdere, domenica sera, Spezia-Verona. L’Ascoli affronta la Salernitana e si augura di vincere e anche che Cosenza-Cremonese domenica finisca in parità. E’ decollata la quinta di ritorno, anche questa in sei puntate. Dopo l’anticipo, quattro match sabato, tre domenica e il posticipo di lunedì.

Nestorovski, 7 gol in campionato, aveva portato in vantaggio il Palermo

LA QUINTA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 15 febbraio ore 21: Palermo-Brescia 1-1

Sabato 16 febbraio ore 15: Benevento-Cittadella, Padova-Foggia, Carpi-Perugia

Sabato 16 febbraio ore 18: Ascoli-Salernitana

Domenica 17 febbraio ore 15: Cosenza-Cremonese, Lecce-Livorno

Domenica 17 febbraio ore 21: Spezia-Verona

Lunedì 18 febbraio ore 21 Crotone-Pescara

Riposa: Venezia.

LA CLASSIFICA: Brescia 43 punti, Palermo 42, Benevento 36, Pescara e Lecce 35, Spezia 34, Verona 33, Cittadella 30, Perugia 29, Salernitana 28, Cremonese 27, Venezia 26, Ascoli 25, Cosenza 24, Foggia e Livorno 20, Crotone 19, Carpi 18, Padova 17.

LA CLASSIFICA MARCATORI

21 gol Donnarumma (Brescia)

13 gol Mancuso (Pescara)

10 gol Coda (Benevento)

9 gol Torregrossa (Brescia)

8 gol Pazzini (Verona), Palombi (Lecce)

7 gol Mancosu (Lecce), Vido e Verre (Perugia), Nestorovski (Palermo)

6 gol La Mantia (Lecce), Diamanti (Livorno), Di Mariano (Venezia), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bartolomei (Spezia), Bonazzoli (Padova), Di Carmine (Verona), Insigne (Benevento), Schenetti e Finotto (Cittadella). Kwankwo (Crotone), Puscas (Palermo), Giannetti (Livorno)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Citro (Venezia), Falco (Lecce), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Bisoli e Morosini (Brescia), Monachello (Pescara), M. Ricci e Pierini (Spezia), Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze (Crotone), Melchiorri (Perugia)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli (Benevento), Galabinov e Bidaoui (Spezia), Capello e Cappelletti (Padova); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Deli e Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Brugman (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi), Falletti e Moreo (Palermo), Ryder Matos (Verona), Tremolada (Brescia)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento); Sciaudone, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona); Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Segre e Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno), Gyasi e Crimi (Spezia); Tupta, Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone), Ndoj e Tonali (Brescia)