L’ira di Fedeli sulla Samb: «Questa squadra è l’anticalcio, e ogni volta mi sento male»

La Samb scesa in campo contro il Fano (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

«La Samb di questa sera è l’anticalcio». Lapidario il commento del presidente Franco Fedeli dopo lo scialbo pareggio casalingo con il Fano. E’ molto deluso il patron che aggiunge: «Non posso sentirmi male per la Samb e più mi vengono in mente aggettivi negativi e più mi amareggio. Non ho la soluzione per uscire da questo impasse. Prima della partita ai giocatori ho che gli ho pagato lo stipendio di gennaio e che da loro mi aspettavo una risposta concreta in campo. Ed invece nulla. Col cavolo, hanno preso i soldi e basta».

Franco Fedeli (Foto Cicchini)

Anche nell’analisi tecnica Fedeli è spietato. «Il calcio è bello – dice – quando si vedono i tiri in porta. Oggi neppure uno ma non siamo stati neppure capaci di fare un passaggio dietro l’altro. Continuo a prendere una delusione dietro l’altra e poi  anche le parolacce in tribuna. Pensate che soddisfazione vedere la partita. Verso la fine del primo tempo sono andato in campo per capire i motivi di questa orrenda prestazione. E’ stata – conclude Fedeli – una partita orrenda, la più brutta di questa stagione».

Anche Giorgio Roselli ha la delusione stampata in volto. «Non è stata una bella Samb – analizza realisticamente il tecnico rossoblù – abbiamo disputato una partita di poca qualità costruendo solo una palla gol con Ilari. Se fosse entrata si poteva assistere ad una partita diversa. Ci vuole più qualità e serenità  nel gestire la palla o nel fare la giocata. Il pallone non scotta e bisogna giocare con più fiducia. Stiamo facendo un buon percorso ma ogni tanto torniamo indietro. Oggi abbiamo giocato veramente male. Le critiche sono giuste ma bisogna mantenere la giusta lucidità per risolvere i problemi».

Mister Roselli durante Samb-Fano (Foto Cicchini)

E ancora: «La responsabilità è la nostra. E poi un leggero calo atletico ci può stare dopo la grande rimonta, la sosta e la ripartenza. Senza dimenticare che questa era la terza partita in una settimana. Non è semplice portare a casa dei punti in questo girone. Un raggruppamento di ferro dove battere le piccole è un problema e dove nessuna squadra merita l’ultimo posto in classifica. La Samb è una squadra di medio livello che vuole giocarsela con le più grandi. Il nostro obiettivo è quello di restare nei play off e possibilmente migliorare la posizione di classifica, ma non è facile. Al di la di tutto – conclude Roselli – vedo un futuro positivo anche dopo una partita poco brillante come quella di oggi».

E’ soddisfatto per il punto conquistato il tecnico del Fano Massimo Epifani. «Siamo venuti a giocarci la partita – afferma – e l’abbiamo fatto al meglio. I ragazzi mi sono piaciuti e nelle ultime due partite abbiamo fatto dei passi in avanti. Alla Samb, formazione che in casa si esprime sempre al meglio, abbiamo concesso quasi nulla, solo il colpo di testa di Lari su una nostra disattenzione su azione di calcio d’angolo. Abbiamo giocato una grande partita a centrocampo, soprattutto in fase di palleggio ma potevamo essere più efficaci in verticale. In tre giorni ci portiamo a casa quattro punti un buon viatico per il futuro».