Sanpietrini dispersi e distorsioni a volontà

Piazza Sant’Agostino: buche, avvallamenti e “pezze” di asfalto

di Andrea Ferretti

L’ultima segnalazione di strade bucherellate, limitatamente al centro storico di Ascoli, è molto recente. Qualche giorno fa un nostro lettore ha fatto riferimento a rua del Cassero, e altre viuzze e rue adiacenti, tutte in attesa (si spera) dell’intervento comunale con… san Bitume: il palliativo per coprire buche create da sanpietrini sparati fuori dalla sede stradale frutto dell’usuro del tempo e di lavori realizzati più con i piedi che con le mani. Stavolta torniamo a Piazza Sant’Agostino, dove ieri mattina alle ore 11,32, davanti ai nostri occhi, una signora di circa 70 anni è inciampata in una delle tante buche, comunque ridotte grazie all’intervento della ditta che prima dell’estate ha asfaltato via del Torri usando materiale più resistente del bitume che dura al massimo una settimana. La signora non è caduta ma, nel tentativo di restare in piedi, ha rimediato una lieve distorsione alla caviglia. Ha proseguito imprecando, contro chi inutile è facile da immaginare, allungando la lista di chi si fa male a causa di strade colabrodo ma non si rivolge a un legale forse per non aumentare il volume dei fascicoli che rimpinguano tavoli e armadi dell’ufficio legale del Comune.

Ma possiamo stare tranquilli, perchè Piazza Sant’Agostino verrà rifatta, e poi parzialmente chiusa al traffico. Il progetto prevede che le auto provenienti da via delle Torri aggirino la piazza proseguendo presumibilmente verso Porta Romana o Piazza del Popolo. Nel frattempo si potrebbe pensare a un nuovo segnale stradale da installare in Piazza Sant’Agostino, magari accanto a quello – per chi svolta a sinistra – di accesso consentito solo ai possessori di permesso Ztl, che nessuno rispetta. Il nuovo segnale potrebbe essere “Attenti alle buche… sennò peggio per voi”.