Bio cosmesi col dattero L’intuizione Palmea arriva al Sana di Bologna

Ciampini, primo da sinistra, con il suo team

Dare vita ad un prodotto di bio cosmesi sfruttando le potenzialità del dattero. Un’idea che a dirla sembra quasi facile da far venire alla mente, soprattutto in una zona dove le palme svolgono un ruolo fondamentale (non solo) per il paesaggio. L’intuizione, invece, è arrivata dalle mente vivaci di Nazzareno Ciampini e Silvana Traini, che con il loro marchio Palmea, sede a San Benedetto, si fanno portavoce di una nuova bellezza, naturale, autentica, che affonda le radici in una filosofia green.
Le formulazioni Palmea sono distribuite in Italia e all’estero in oltre 350 punti vendita, tra farmacie ed erboristerie selezionate, e sono presenti anche all’interno di Eataly, a Milano, Torino e Roma. Con la nuova linea Linyva Palmea è finita al Sana, il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale che si terrà a Bologna fino a lunedì 10 settembre. Oltre all’esclusivo estratto del dattero sono presenti nei prodotti anche blend di estratto idrolizzato di foglie di rucola e fiori di fico d’India, alga corallina e Undaria pinnatifida.
Un esempio di creatività e spirito d’iniziativa in tempi in cui la scarsezza di lavoro “costringe” a spremere i neuroni a fondo per trovare la via. Al successo, come in questo caso.