Botta alla caviglia per Ardemagni, rischia di saltare il Lecce L’ex Beretta affila le armi

Ardemagni non è al top e potrebbe saltare la gara di sabato al “Del Duca” (Foto Edo)

Partita in famiglia, oggi pomeriggio al “Picchio Village” per l’Ascoli, con la seconda parte della seduta dedicata ai calci piazzati. Vivarini, che ha riproposto in campo il collaudato 3-5-2 in vista della sfida di campionato di sabato pomeriggio con il neopromosso Lecce (ore 15, stadio Del Duca)  ha però dovuto fare a meno dell’attaccante Ardemagni per una parte del test in famiglia. Il bomber, infatti, ha rimediato una contusione alla caviglia che lo ha costretto ad abbandonare il terreno di gioco e a fare rientro anzitempo negli spogliatoi. Le sue condizioni saranno valutate meglio domani prima della seduta pomeridiana delle 15.

Beretta ha giocato anche nel Lecce (Foto Edo)

Intanto, l’altro attaccante Giacomo Beretta ha parlato della gara di sabato con il Lecce. Lui è un ex. «Stiamo lavorando molto intensamente, sto bene fisicamente – ha detto – la squadra è viva e non vede l’ora che arrivi sabato quando proveremo ad ottenere il risultato pieno. In queste prime due giornate di campionato ho visto un Ascoli vivo, con un grande spirito anche se abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato; siamo pronti. Il gol? Mi manca tanto. Se esulterò in caso di rete? Non credo, ho troppi bei ricordi dell’esperienza di Lecce. Sarà la mia prima volta da ex, una bella emozione. Il Lecce è un’ottima squadra, gioca un buon calcio, Liverani è un tecnico preparato. Da temere ci sono Falco, giocatore che conosco molto bene per averci giocato nelle nazionali giovanili,  ma anche La Mantia e Pettinari. Sono calciatori che in qualunque momento possono fare la giocata. Col nuovo modulo che abbiamo provato – spiega – mi sto trovando bene, noi attaccanti abbiamo più libertà di movimento e possiamo verticalizzare di più. La coppia d’attacco ideale per l’Ascoli? Sarà il mister a scegliere la formazione migliore per affrontare il Lecce, in avanti ci possiamo alternare bene tutti. Con Ardemagni penso di potermi integrare bene, è arrivato da circa un mese e quindi le prime due partite di campionato ci sono servite anche per conoscerci. Ninkovic? La sua condizione sta migliorando, è un giocatore forte che può darci tanta qualità.  La B a 19 squadre? Non spetta a noi giudicare».

Cla.Ro.