Caso Velodromo, aut aut del Coni: «Se viene demolito deve essere subito ricostruito»

Velodromo Comunale Don Mauro Bartolini (Foto Vagnoni)

Caso Velodromo, nuova puntata. Dopo le dure prese di posizione del presidente del Monticelli calcio Piero Palatroni («Rischiamo di chiudere senza campo») e del Pd («Rischiamo una nuova tribuna est»), spunta fuori il parere del Coni che chiede al Comune di procedere alla demolizione della pista per biciclette solo in concomitanza dell’avvio dei lavori di costruzione di un altro velodromo nel territorio comunale.

La sede del Coni nazionale a Roma

La demolizione della pista, infatti, è necessaria per allargare l’attuale campo di calcio che non è omologato nemmeno per l’eccellenza.

Il Comune ha messo sul piatto oltre un milione di euro, mentre il nuovo velodromo dovrebbe sorgere al Pennile di Sotto dove c’è già la pista di pattinaggio con i fondi del bando sulle periferie. Ma ancora di quest’ultimo progetto non c’è traccia e, alla luce del parere del Coni che considera la presenza del velodromo una “struttura insostituibile per il ciclismo” entrambi i progetti rischiano di “incartarsi”.

rp

Il Pd contro il Comune: «Anche il velodromo rischia di fare la fine della tribuna est»