Sciacalli sulle macerie, il Pd all’attacco: «Fatti non tollerabili, serve tolleranza zero»

Macerie e sciacalli, arriva la durissima presa di posizione del Pd provinciale. «Quanto accaduto -affermano i dem- è un fatto gravissimo che merita assoluta attenzione da parte di tutti gli organi coinvolti. Non è tollerabile che avvengano cose simili nei confronti persone che hanno perso familiari e le loro case. Picenambiente è un’azienda a partecipazione pubblica ed a maggior ragione è necessario che faccia immediata chiarezza e pulizia sull’ attività gestionale. Ci attiveremo inoltre per far sì che in tutti i comuni interessati dalla rimozione delle macerie vengano rafforzate le misure di controllo e chiederemo alla Regione Marche ulteriori iniziative volte alla massima trasparenza».

Macerie ad Arquata (foto Vagnoni)

«Tutto ciò- continua Emilio Pignoloni responsabile alla Ricostruzione del PD- non fa altro che aumentare la preoccupazione tra i terremotati. Sarebbe sconvolgente pensare che fatti del genere possano riverificarsi. Tolleranza zero per gli sciacalli». «Oltre a questi fatti sconvolgenti a gettare ombre sul futuro si aggiunge la mancanza di copertura economica per il decreto che deve essere approvato, la mancanza di certezze da parte del governo per il futuro dei 700 tecnici assunti e la cancellazione, sempre da parte del governo, di gran parte dei fondi per i dissesti. Fondi vitali per far ripartire in tempi brevi la ricostruzione nei centri maggiormente colpiti».

Come gli sciacalli tra le macerie, sottratti i beni dei terremotati Denunciato un insospettabile operatore di PicenAmbiente

 

Caso macerie, la Picenambiente: «Il dipendente è stato trasferito ad altro incarico»