Cinque sbandieratori ascolani protagonisti in India per una settimana

Gli ascolani della Nazionale Fisb in India. Eccoli a Calcutta: il terzo da sinistra è Massimo Massetti, vice presidente Fisb e presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana di Ascoli

di Andrea Ferretti

Si sta concludendo la trasferta della Federazione Italiana Sbandieratori, protagonista in India, nella città di Kolkata (in occasione di una grande manifestazione sportiva), con 24 giovani sbandieratori di tutta Italia tra cui anche cinque ascolani. Si tratta della Nazionale, o meglio di coloro che – scelti dalla Fisb – danno la propria disponibilità per queste lunghe trasferte all’estero che iniziarono negli Stati Uniti nel 2002 in occasione della cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici invernali di Salt Lake City. Sedici anni fa di quella Nazionale faceva parte lo sbandieratore ascolano Manuel Ranalli del Sestiere di Porta Solestà. Tempo un mese e un altro gruppo partecipò alla cerimonia di chiusura dei Giochi Paralimpici, sempre a Salt Lake City. Ascoli era rappresentata da un altro sbandieratore, Diego Bernardini del Sestiere di Porta Solestà.

Poi le presenze/esibizioni della Nazionale Fisb si sono succedute in numerose occasioni: Canada, Germania, Torino (Giochi Olimpici invernali 2006), Malta, Emirati Arabi, Ucraina, Russia, Qatar, Azerbaigian e tante altre. Stavolta, guidati dai commissari tecnici Ivo Fiandrino e Francesco Gorini, dalla presidentessa della Federazione Antonella Palumbo e dal vice Massimo Massetti (ascolano, presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana di Ascoli), nel gruppo di 24 sbandieratori protagonisti in India anche Andrea Giorgi e Alessio Guidotti del Sestiere di Sant’Emidio, Jacopo Cinelli del Sestiere di Porta Romana, Edoardo Pavoni e Alessandro Viozzi del Sestiere di Porta Solestà.