Benevento, che tonfo Foggia corsaro annulla la penalizzazione

di Andrea Ferretti

Incredibile vittoria del Foggia sul campo del Benevento in uno dei tanti derby del sud di questa stagione. Per la squadra campana poteva essere l’occasione per agganciare il primo posto, ovvero quota 13 punti, gli stessi del Verona (scaligeri anche loro sconfitti in questa incredibile sesta di andata), ma ha invece perso. E alla fine l’1-3 sorprende un pò tutti. Il Foggia con questi tre punti annulla la penalizzazione di inizio sagione e torna in positivo, cioè da -2 a +1 (9 i punti reali conquistati sul campo). Vantaggio lampo del Benevento con Coda, poi ribaltone rossonero con le firme di Kragl, Camporese e Galano. Prima del Benevento, l’altro capitombolo era stato del Verona a Salerno nel match risolto da Jallow a metà ripresa, il Lecce pareggia in casa con il Cittadella (al rigore di Mancosu nel primo tempo risponde Strizzolo nel finale), lo Spezia dà il primo dispiacere a Castori (dopo essere passato in vantaggio con Mokulu, Carpi ko sotto i colpi di Galabinov e Maggiore), la divisione della posta tra Venezia e Livorno con le reti di Diamanti su rigore per i toscani e la risposta di Citro per i lagunari. Queste partite del sabato si aggiungono al rocambolesco pareggio del venerdì – gara che ha aperto la sesta di andata- tra Crotone e Brescia: vantaggio di Donnarumma su rigore, momentaneo pareggio di Budimir, nuovo vantaggio per le rondinelle (Dall’Oglio) e altro centro di Budimir all’ultimo minuto. Domenica pomeriggio con doppio pareggio. Oltre a quello del “Del Duca”, c’è stato l’1-1 tra Cosenza e Perugia: vantaggio di Maniero per i calabresi e risposta di Michael per gli umbri.

E’ festa Foggia

LA SESTA DI ANDATA: venerdì 28 settembre ore 21 Crotone-Brescia 2-2 ; sabato 29 settembre ore 15 Lecce Cittadella 1-1, Salernitana-Verona 1-0, Spezia-Carpi 2-1; sabato 29 settembre ore 18 Venezia-Livorno 1-1; domenica 30 settembre ore 15 Ascoli-Cremonese 0-0, Cosenza-Perugia 1-1; domenica 30 settembre ore 21 Benevento-Foggia 1-3; lunedì 1 ottobre ore 21 Padova-Pescara. Riposa: Palermo.

CLASSIFICA: Verona 13 punti, Pescara 11; Cremonese, Benevento e Cittadella 10; Lecce, Salernitana e Spezia 9, Palermo 8, Brescia e Crotone 7, Ascoli 6, Padova e Perugia 5, Venezia e Carpi 4, Cosenza 3, Livorno 2, Foggia 1 (Foggia penalizzato di 8 punti).

MARCATORI: Donnarumma (Brescia) e Palombi (Lecce) 4 gol; Mancosu (Lecce), Mancuso (Pescara), Mokulu (Carpi), Pazzini (Verona), Trajkovski  (Palermo), Kragl (Foggia) Vido (Perugia) 3 gol; Asencio e Bandinelli (Benevento), Budimir e Firenze (Crotone), Camporese e Cicerelli (Foggia), Citro (Venezia), Cocco (Pescara) Di Tacchio (Salernitana), Falco (Lecce), Strizzolo e Iori (Cittadella), Maniero (Cosenza), Mogos (Cremonese), Morosini (Brescia), Nestorovski (Palermo), Pierini (Spezia), Ravanelli (Padova) 2 gol.