Violenza sulle tredicenne, i nigeriani davanti al giudice

E’ in programma domani mattina (lunedì 7 gennaio) in Tribunale l’udienza preliminare  a carico dei due ragazzi nigeriani accusati di aver violentato una tredicenne ascolana il 20 ottobre 2017 nei giardinetti di viale De Gasperi. Toccherà al giudice dell’udienza preliminare, Barbara Caponnetti, decidere se rinviarli a processo, come chiede la procura attraverso il pm Mara Flaiani, o proscioglierli. Nei mesi scorsi la vittima dello stupro era stata ascoltata in Tribunale nel corso di un’audizione protetta alla presenza di una psicologa per stabilire la sua capacità o meno di testimoniare “senza condizionamenti” nel processo. Capacità che poi è effettivamente emersa come dichiarato dal consulente nominato dalla Procura. I nigeriani sono assistiti dall’avvocato ascolano Umberto Gramenzi, mentre la famiglia della vittima dall’avvocato Annalisa Corradetti.

rp

«La ragazzina violentata è in grado di testimoniare senza condizionamenti»

Violentata dai profughi, in aula i racconti della ragazzina

Nigeriani accusati di stupro, la Procura chiede più tempo per le indagini