L’Anci unita sul decreto sicurezza «Norme da applicare, ma lavoreremo per cambiarle»

C’era anche il sindaco Guido Castelli alla riunione del direttivo Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) tenutasi ad Ancona, dove si è posto il tema della sicurezza in cima all’agenda dei lavori diretti dal presidente Antonio Decaro.

Mangialardi

«C’è grande unità e compattezza nell’Anci che è l’interlocutore istituzionale più adatto per risolvere un problema che riguarda tutte le città e tutti i territori -ha detto Maurizio Mangialardi, presidente di Anci Marche- Abbiamo ribadito che le norme vanno applicate ma che continueremo a lavorare per cambiarle perché c’è grande preoccupazione per la gestione di questi migranti e per la sicurezza nelle nostre città».
L’Anci si siederà nei prossimi giorni al tavolo col governo per dirimere la questione. «Incontreremo presto il presidente Conte al quale esporremo la situazione che al momento non offre strumenti ai sindaci per evitare di avere dei senza-tetto per strada, sulle panchine e nelle stazioni. -ha aggiunto Mangialardi- Occorrono dei correttivi che rendano gestibili queste situazioni prima che degenerino».