Artigianato

  • Bronzo e campane

    Peculiari produzioni artigianali del territorio sono i “bronzi sonori”: un’illustre protagonista del campo è stata la Premiata Fonderia Campane Pasqualini, sorta a Montedinove (FM) nel XVIII secolo. Basta tornare indietro di qualche lustro per capacitarsi che il suono delle campane civiche o ecclesiastiche non soltanto scandiva le ore o dava l’annuncio delle funzioni […]

  • Lavorazione artistica dei metalli

    La lavorazione dei metalli è tradizionalmente finalizzata alla produzione di attrezzi d’uso domestico e professionale. La presenza di botteghe di fabbri in paese è infatti legata all’esigenza di costruire o riparare oggetti d’uso comune. I fabbri, abituati a modellare il ferro per le più svariate necessità, acquisiscono abilità tecniche notevoli che, […]

  • Marmo scagliola: rivive nel Piceno l’antica fantasia decorativa

    La tecnica del marmo scagliola ha origine dall’obiettivo di riprodurre tonalità e venature del marmo attraverso colorazioni e lucidature di stucco e gesso. Il gesso utilizzato per il marmo scagliola è molto fine e a presa rapida, e si ottiene da un minerale, la selenite (pietra da gesso), reperibile in natura sottoforma di scaglie. Al gesso si […]

  • Restauro, decorazione e pittura

    Le tecniche decorative artigianali costituiscono un prezioso patrimonio artistico regionale. Dalla pittura alla decorazione su ceramica e maiolica, particolarmente diffusa con peculiari temi e colori tradizionali nelle diverse zone della regione, il gusto decorativo e grafico che emerge è raffinato e originale, si realizza attraverso studi progettuali accurati e ricerca su tecniche pittoriche […]

  • Le concerie del Piceno

    La preparazione e la lavorazione della pelle sono attività da sempre presenti in tutti i centri della provincia a servizio delle necessità locali. Ad Ascoli la lavorazione del cuoio ha raggiunto livelli qualitativi superiori a quelli necessari per il semplice soddisfacimento delle esigenze di consumo della popolazione. L’importanza della lavorazione del cuoio […]

  • La tradizione calzaturiera picena

    L’attività calzaturiera odierna affonda le proprie radici in un artigianato consolidato da secoli d’esercizio. L’arte della calzoleria è sicuramente la più diffusa tra le attività praticate nei comuni piceni e contende alla sartoria il primato del numero di addetti. Durante la metà dell’Ottocento diventa in assoluto la principale attività artigiana e industriale della provincia. […]

  • Cuoio e calzature

    Dalla lavorazione del cuoio nasce nelle Marche la moderna industria calzaturiera. Nella provincia di Ascoli Piceno, artigiani del cuoio sono presenti in molti centri (Amandola, Ripatransone, Massignano), ma l’area di maggiore concentrazione dell’attività coincide, già dal Quattrocento, con la città di Ascoli. Il cuoio è usato in prevalenza per produrre scarpe ma gli […]

  • Carta e legatoria artigiana

    Dal 1200 nelle Marche si fabbrica carta con indumenti in disuso e materie alternative, inizialmente solo stracci di cotone (carta bambagina), in seguito anche cenci di lino e canapa. Il processo di lavorazione degli stracci per la fabbricazione della carta trova nelle Marche, a Fabriano, uno dei centri produttivi più importanti. I cartai di Fabriano sono i primi […]

  • Ceramica, maiolica, terracotta

    L’artigianato della ceramica caratterizza tutto il territorio delle Marche, dotandosi di volta in volta di particolarità tecniche e culturali. L’arte di decorare la maiolica è presente ad Ascoli Piceno sin dal 1500, periodo in cui si fa netta la distinzione tra fornaciari produttori di laterizi, vasai fabbricanti di utensili in terracotta, e maiolicari produttori di oggetti in ceramica decorata. Gli utensili in terracotta e le ceramiche […]

  • La carta de “I Ragazzi del Mare” di Pedaso

    I Ragazzi del Mare della Scuola Media di Pedaso, li trovi lì, da oltre vent’anni, in quelle pagine non rilegate del tempo, negli spazi dei sogni che si concretizzano. Alcuni li vedi intenti a frullare materie naturali che si scompongono, altri li vedi mestare nel tino, immergere piccole reti che […]