Categoria: musei

Posted on: 25 Gennaio 2022 Posted by: Chiara Chiovini Comments: 0

CASTEL DI LUCO

Francesco Amici e la sorella Laura sono proprietari e custodi di Castel di Luco, stupenda dimora storica nella frazione di Luco, ad Acquasanta Terme. È uno dei più rari e singolari castelli del Piceno: una fortezza militare unica nel suo genere, dalla particolarissima forma circolare. Si dice sia nato su un poggio di travertino che si è formato da un geyser di acqua sulfurea e che, una volta asciugato, ha…

Posted on: 25 Gennaio 2022 Posted by: Chiara Chiovini Comments: 0

Palazzo SALADINI DI ROVETINO

Nel centro storico di Ascoli Piceno, Palazzo Saladini di Rovetino sorge all’incrocio tra Piazza Sant’Agostino e l’antica Via delle Torri. La dimora è stata costruita a partire dalla fine del Seicento e ultimata nel 1719, data che attesta la fine dei lavori e la conclusione degli affreschi. Il palazzo conta 96 stanze totali, suddivise in piano interrato, piano terra, piano ammezzato, primo piano, secondo piano, altana 1 e altana 2.…

Posted on: 25 Gennaio 2022 Posted by: Chiara Chiovini Comments: 0

Palazzo RECCHI FRANCESCHINI

Situato alle porte del borgo di Castignano, Palazzo Recchi Franceschini è il simbolo dell’unione in matrimonio di due potenti famiglie del Settecento: la famiglia Recchi, originaria di Castignano, e la famiglia Franceschini, proveniente da Ferrara. La dimora era in origine una torre di difesa per proteggere l’ingresso principale del paese, permettendo di avvistare i nemici in arrivo. Intorno al 1500 divenne una fattoria e, con l’unione tra Recchi e Franceschini,…

Posted on: 2 Dicembre 2018 Posted by: Admin Comments: 0

Il Museo Archeologico di Ripatransone

Un pomeriggio all’insegna dell’Archeologia con l’operatore museale Ilene Acquaroli.
Cosa significa per te lavorare come operatore museale? Per me è una missione. Il museo è uno dei luoghi principali in cui si formano la cultura e l’identità del cittadino.

Posted on: 18 Maggio 2018 Posted by: Admin Comments: 0

Mestieri in bicicletta

Fino agli Anni Sessanta, carretti, biciclette e altri mezzi di locomozione e di lavoro, a due ma più spesso a tre ruote, hanno percorso le strade di paese portando con loro abilità e competenze degli artigiani.